Fratelli d’Italia si unisce alla lotta contro la chiusura del Centro Dialisi di Taurianova

Postazione-dialisi-soveria-2“Fratelli d’Italia AN si unisce, solidale e pronto alla lotta, alle giuste e accorate proteste dei Pazienti e dei Loro congiunti del Centro dialisi di Taurianova, che rischia la chiusura ed il conseguente accorpamento presso il Centro dialisi di Palmi (fra l’altro ospitato al quarto piano del vecchio e sgangherato ospedale cittadino). La sordità delle Istituzioni nei confronti delle necessità più elementari di chi soffre nella Piana di Gioia Tauro è offensiva e colpevole. E la chiusura di un Centro “modello” e funzionante come quello di Taurianova è segno, anche, di cecità morale. Di indifferenza carnefice verso i problemi di una categoria umana già abbondantemente offesa dalla malattia”, scrivono in una nota i dirigenti Ripepi e Spirlì. “È urgente, necessario e vitale – proseguono- che tutti, cittadini, amministratori locali, rappresentanti di categoria, eminenze ed eccellenze alzino la propria voce e si rendano disponibili ad ogni tipo di barricata, affinché questa ulteriore vergogna di Palazzo non abbia a succedere. Fratelli d’Italia AN, da sempre vicina ai bisogni dei più dimenticati, assicura il proprio sostegno fino all’ottenimento della auspicabile ed onesta rinuncia, da parte del commissario straordinario della Sanità in Calabria, Massimo Scura, di fermare la nobile attività dell’ultima eccellenza sanitaria cittadina, augurandosi che il sospetto che l’intero plesso dell’ex ospedale civile di Taurianova venga adibito a centro di accoglienza di clandestini sia solo una diceria di contrada”, concludono.