Dalla Cina alla Finlandia. nove studenti stranieri a Messina per uno scambio culturale

Il progetto promosso in collaborazione con gli assessorati alla Pubblica Istruzione e alla Cultura: l’ultima iniziativa congiunta del duo Panarello-Perna

Amount of direction signs with europeans countries names.Prenderà il via domani, sabato 9, la settimana interculturale, organizzata dai volontari di Intercultura di Messina, in collaborazione con gli assessorati alla Pubblica Istruzione e alla Cultura, con protagonisti sino a domenica 17 nove studenti provenienti dal Messico, Cina, Brasile, Thailandia, Indonesia, Cile, Turchia, Paraguay e Finlandia. Il titolo di questa edizione della settimana sarà  “Messina nel Mediterraneo, crocevia di cultura”, tema ideato per promuovere il territorio come terra di approdo, di accoglienza, di incontro dalla quale osservare l’attualità, come i fenomeni migratori, gli scambi commerciali e culturali, ma anche come terra da valorizzare e da conoscere per il suo patrimonio storico-culturale. I ragazzi degli Istituti scolastici coinvolti nel progetto (la Scuola Media “Gallo” dell’Istituto Comprensivo “Mazzini – Gallo”, l’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonello” – indirizzo Alberghiero e la scuola elementare “Mario Passamonte” dell’XI Istituto Comprensivo “Gravitelli”), insieme a quattro studenti stranieri arrivati in città ad inizio settembre 2015 per un programma di scambio dell’Associazione, ospiti presso famiglie e scuole del territorio, faranno da ciceroni agli altri cinque studenti, provenienti da tutto il mondo, accolti da settembre in altre città italiane. Nel corso della settimana sono previste visite guidate al Forte S. Jachiddu, al Museo Regionale di Messina, al Parco Horcynus Orca, una sosta sulla spiaggia di Capo Peloro e gite a Reggio Calabria, con visita al Museo Archeologico, e a Taormina. Sono inoltre in programma laboratori didattici nelle scuole coinvolte: attività “Oltre gli stereotipi e i pregiudizi” con gli studenti della scuola media “Gallo”, per far riflettere sull’importanza della diversità culturale, vista come arricchimento piuttosto che come elemento di separazione; laboratorio di cucina e percorso di educazione al territorio attraverso i cinque sensi, dal titolo “La Sicilia e il mondo nel piatto”, con gli studenti dell’Istituto Professionale Turistico-Alberghiero “Antonello”, che avranno la possibilità di cucinare e assaggiare anche i piatti tipici dei loro coetanei stranieri; “Fiabe dal Mondo”, con la scuola elementare “Passamonte”, con un percorso che, attraverso uno strumento familiare come il racconto, consentirà ai bambini di ascoltare storie di Paesi lontani da loro, facendone sperimentare le somiglianze e le differenze. Venerdì 15, alle 10, gli studenti saranno accolti a Palazzo Zanca dall’Amministrazione comunale e prenderanno parte alla conferenza stampa, nella Sala “Falcone – Borsellino”, sulla settimana interculturale. Il progetto di scambio culturale ha come obiettivo non solo far scoprire ai ragazzi ospitati una nuova parte della realtà italiana, ma anche quello di far conoscere Intercultura sul territorio a studenti e famiglie interessate ad aprirsi al mondo. Questa settimana di didattica interculturale darà infatti il via alla nuova campagna di accoglienza anche a Messina.