Crotone, impresa senza precedenti: non solo serie A, adesso può battere tutti i record di sempre

Crotone in serie A: festa possibile tra appena sette giorni

LaPresse/Settonce Roberto

LaPresse/Settonce Roberto

Il Crotone continua a vincere e adesso, con due piedi, due gambe, il busto, le braccia e la testa in serie A, può pensare a divertirsi per battere tutti i record del campionato cadetto. I pitagorici, infatti, a 7 giornate dalla fine del torneo sono saldamente al primo posto con 5 punti di vantaggio sul Cagliari secondo ma soprattutto con 16 punti di vantaggio sulle terze (Bari e Spezia). Venerdì prossimo allo Scida ci sarà proprio Crotone-Spezia, e in caso di vittoria dei calabresi e poi sabato di mancato successo del Bari (che ospiterà il Como) e del Trapani (che ospiterà l’Ascoli) ci sarà anche la matematica a celebrare il Crotone nella massima serie per la prima volta nella storia. Una promozione da record, se arriverà ad aprile e addirittura a metà aprile. Mai nessuno c’era riuscito così presto, con così tante giornate prima della fine del torneo.

Ma non è finita qui. Il Crotone può anche diventare la prima calabrese della storia a vincere la serie B. Infatti neanche Reggina e Catanzaro, quando hanno conquistato la serie A, erano mai riuscite a classificarsi al primo posto. Se riuscirà a mantenere il primo posto, diventerà anche la prima squadre di B a disputare la nuova Champions League B riservata alle vincitrici dei principali tornei cadetti d’Europa, e soprattutto può battere il record di punti che appartiene al Palermo ed è recentissimo, del 2014 quando i siciliani chiusero la stagione con 86 punti in classifica. Oggi il Crotone può arrivare virtualmente fino a 94, se riuscisse a vincerle tutte. Ma per battere il record, nelle prossime 7 gare potrebbe anche permettersi il lusso di perderne due e vincerne cinque, o perderne una, pareggiarne due e vincerne quattro. Per una favola da scolpire nella storia in modo sempre più profondo e indelebile.