Consegnati i Premi San Giorgio d’Oro 2016 a 9 eccellenze di Reggio Calabria: “orgogliosi di fare parte di questa città” [FOTO e VIDEO]

Nove eccellenze di Reggio Calabria distintesi nel mondo della medicina, della giustizia, del volontariato, dell’associazionismo, del giornalismo, dello sport, dell’imprenditoria, del lavoro: la cerimonia di consegna dei Premi San Giorgio d’Oro 2016 al Teatro “F.Cilea”

consegna premi san giorgio d'oro 2016 (1)Una cerimonia in grande stile, quella di oggi al Teatro “F.Cilea” di Reggio Calabria, organizzata ad hoc per la consegna dei Premi San Giorgio d’Oro 2016. Sullo sfondo della canzone dei Negramaro, “Sei tu la mia città”, divenuta ormai lo slogan di Reggio, uno per uno, i premiati sono saliti sul palco del teatro cittadino per ricevere questa importante onorificenza, nel giorno del nostro Santo Patrono.

A presentare, Emanuela Martino, affiancata per tutto il tempo dal sindaco Giuseppe Falcomatà, che dopo la trasmissione di un video incentrato sulle bellezze paesaggistiche di Reggio Calabria, introduce la cerimonia parlando di “passione viscerale tra la città ed i suoi cittadini, che si impegnano in ogni ambito. A loro – continua Falcomatàdedico questa giornata, persone comuni che svolgono un lavoro straordinario: ai genitori, a chi non ha un lavoro, a chi quotidianamente in silenzio porta la propria croce e combatte la propria battaglia”.

A seguire, nove video di presentazioni, nove momenti dedicati a nove eccellenze del nostro territorio.

consegna premi san giorgio d'oro 2016 (9)Alla memoria del dottor Rosario Cassone – altruismo, carisma, amico: con queste parole si dedica il primo Premio San Giorgio d’Oro 2016 al dottor Cassone; a ricevere il premio, il figlio, Giovanni Cassone, a lui consegnato dal sindaco di Villa San Giovanni, Antonio Messina, il quale vuole ricordare nel suo intervento “una persona cara ed un grande professionista”, sulla scia della motivazione letta: “per decenni punto di riferimento, vice sindaco di Villa, amava la politica e lo sport, lavoratore instancabile”.

Cosimo SframeliAl Luogotenente Cosimo Sframeli - Con queste parole, e tra gli applausi, si passa al secondo video, alla seconda premiazione, rivolta al Luogotenente Cosimo Sframeli, accompagnato sul palco da Agostino Siviglia, Garante dei diritti delle persone private della libertà personale del Comune di Reggio Calabria, che consegna il premio. Siviglia evidenzia l’importanza di stare sempre dalla parte della legalità e della giustizia, ricordando il monito di Paolo VI, il quale considerava la giustizia la misura minima della carità. Sframeli, dal conto suo, dedica il riconoscimento assegnatogli alla sua famiglia e a tutti coloro che hanno dedicato, altresì, la loro gioventù alla lotta alla ‘ndrangheta, perdendo talvolta la vita.

consegna premi san giorgio d'oro 2016 (6)A Fortunato Pirrotta, Presidente Onorario della Sezione Provinciale UICI di Reggio Calabria – è a lui che va il terzo Premio San Giorgio D’Oro, accompagnato dal presidente Paolo Marcianò, che si complimenta con Pirrotta per essere un esempio e una guida, “per andare avanti anche nelle difficoltà della vita”. L’intervento successivo di Fortunato Pirrotta è toccante: “per 40 anni mi sono impegnato nell’associazione con amore, passione e rispetto verso gli altri. Grazie all’Unione, ho potuto lavorare e crearmi una famiglia, di cui sono fiero!”.

Al giornalista Giuseppe Smorto – originario di Reggio Calabria,  vicedirettore del quotidiano “La Repubblica”, che salendo sul palco insieme ad Eugenio Marino, consigliere dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria, esprime parole di ringraziamento e di apprezzamento verso la sua terra e verso i colleghi calabresi, ascoltando la motivazione del Premio, in cui si evidenzia il suo impegno nel “rivitalizzare il mondo dell’editoria”.

“E’ molto facile fare i giornalisti a Roma, in un grande giornale – dichiara Smorto il mio premio lo voglio dividere con i giornalisti calabresi. Tra una settimana inaugurano il Museo – ricorda - ieri il mio giornale, a mia insaputa, ha dedicato la copertina al Museo di Reggio, scrivendo nel sommario che diventerà uno dei musei più importanti d’Europa. Il mio augurio è che Reggio sia sempre più città da copertina”.

consegna premi san giorgio d'oro 2016 (10)A Regina Egle Liotta -  lei, insieme al marito Christopher Catrambone, ha fondato il Moas (Migrant Offshore Aid Station), la prima organizzazione privata che soccorre i migranti nel Mediterraneo. Tramite un video, Regina Egle Liotta comunica i suoi ringraziamenti: in questo momento si trova nel Bengala per una nuova missione umanitaria; da lì dice: “Nell’arco di due anni abbiamo ricevuto tanti riconoscimenti e dimostrazioni di stima, ma soprattutto abbiamo avuto la conferma che fare del bene rende più ricchi e umani. Voglio testimoniare il fatto che a Reggio c’è un grande spirito di solidarietà, di cui vado fiera: questa è la mia Reggio”. A ritirare il premio per lei, la nonna Regina; a consegnarlo, il vice sindaco Saverio Anghelone.

Si ricorda, inoltre, che la nave che soccorre i migranti è divenuta ormai un punto di riferimento importante, un “ancora di salvezza” gettata da quella che viene definita oggi “una paladina del diritto alla vita”.

Al giudice Giuseppe Viola – E così, dal mondo del volontariato si passa a quello dello sport, con una consegna importante sia da questo punto di vista che da quello dello giustizia. “Per aver dato lustro attraverso rigore e professionalità – è una parte della motivazione – Ha contribuito in modo decisivo all’affermazione dei valori dello sport. Per aver portato il nome della Viola sui più importanti palcoscenici europei, permettendo alla nostra città di ritrovare un senso di coesione”. A premiare il giudice Viola, l’attuale presidente della Viola Basket, Giusva Branca, il quale attesta il fatto che ancora oggi “il nome di quella dirigenza è espressione di lustro anche agli occhi di chi reggino non è”.

Giuseppe Viola, inoltre, aggiunge parole di sentita gratitudine visto il suo impegno “professionale e di vita: 47 anni dedicati al servizio della giustizia, ricordando anche l’indimenticabile esperienza nel campo dello sport, con la bella storia della Viola, a cui auguro la permanenza sicura in serie A”, in vista della partita decisiva di questa sera al Palacalafiore.

consegna premi san giorgio d'oro 2016 (2)All’Azienda Romanella Drinks – Settimo Premio San Giorgio d’Oro ad un “marchio di fabbrica reggino”, ricevuto dall’amministratore Salvo Presentino e consegnato dal presidente di Confindustria Reggio Calabria, Andrea Cuzzocrea. L’azienda, nata nel 1976, opera nella nostra città da 40 anni; proprio per questo, Cuzzocrea desidera rifarsi a tutte quelle imprese che ancora riescono a dare lavoro, consegnando il Premio che “idealmente va a tutti gli imprenditori di Reggio e provincia, che vanno avanti in un territorio difficile”. Presentino, invece, ricalca il fatto che le cose belle della nostra terra, con impegno e dedizione, si possono portare in giro per il mondo, dedicando il riconoscimento al nonno, di cui segue il percorso.

Ai Portatori della Vara – “custodi di una tradizione secolare”. A loro va l’ottavo Premio di quest’anno, un premio fortemente sentito dai reggini tutti e anche da monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, che lo consegna facendo un plauso ai portatori, rappresentati stamane dal presidente dell’associazione, Gaetano Suraci: “siamo inorgogliti per la motivazione – afferma Suraciabbiamo anche un onere, una responsabilità, e questo premio ci chiede di assumere ancora maggior impegno”.

consegna premi san giorgio d'oro 2016 (3)Ai lavoratori Hitachi Rail Italy – ci sono stati periodi bui, ma il Premio San Giorgio d’Oro 2016 a questi lavoratori dimostra una vicinanza sempre sentita nei confronti delle “maestranze specializzate nella lavorazione di treni e metrò all’avanguardia”. Il sindaco Giuseppe Falcomatà consegna il riconoscimento a coloro che, secondo la motivazione letta da Emanuela Martino, sono il “simbolo dell’operosità della nostra città”.

“Credo che ognuno di noi oggi esca da questo teatro ancora più orgoglioso di fare parte di questa città – parole di Giuseppe FalcomatàPer me è un onore poter attribuire quest’ultimo riconoscimento allo stabilimento che simboleggia idealmente il mondo del lavoro”. E un onore lo è anche ricevere il premio: l’ ingegnere Vazzana lo fa ringraziando in primis tutti i lavoratori.

A questo punto, non resta che augurare Buon San Giorgio a tutti, un augurio che parte dal Teatro “Cilea” dal sindaco Falcomatà.