Cittanova (Rc): appropriazione di legna da ardere, indagati due operai

Autocarro Fiat IvecoNel corso di un posto di controllo effettuato lungo la S.P. 36 all’altezza del km 3 in località “Piani di Zomaro” in agro del Comune di Cittanova (RC), gli Uomini del Corpo Forestale dello Stato di Oppido Mamertina sottoponevano a controllo un autocarro Fiat Iveco condotto dall’operaio forestale T.F. di anni 64, carico di legna da ardere. Alla richiesta di esibire la documentazione attestante la provenienza della legna, l’autista dell’autocarro riferiva di non esserne in possesso e che stava eseguendo le disposizioni del capo operaio L.F. di anni 58 nel cantiere “Canolo”. Durante la redazione del verbale di Sommarie Indagini Testimoniali, emergevano indizi di responsabilità penali a carico di L.F. in quanto lo stesso avrebbe dato disposizioni al T.F. di caricare la legna depositata nel cantiere Zillastro e quindi di trasportarla fino alla sua residenza privata di Canolo. Lo confermerebbe il fatto che l’autocarro usato per il trasporto era di proprietà della moglie di L.F.. A seguito dell’attività di indagine, gli Uomini del Corpo Forestale dello Stato, procedevano al sequestro penale del materiale legnoso depezzato a tronchetti pari a kg 2060 come risultato dalla pesatura effettuata presso un’azienda privata, custodendolo nelle pertinenze dei localo del Comando Stazione Forestale, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente di Reggio Calabria, con l’ausilio di tutte le Stazioni Forestali da esso dipendenti, svolge una costante azione di controllo nell’Area Protetta finalizzata anche alla tutela del patrimonio forestale regionale che costituisce la componente ambientale più importante anche in termini economici e di biodiversità.