Cessione Messina, accordo lontano con il consorzio Barbera: la situazione

Cessione Messina ancora tutta da decifrare: nei giorni scorsi incontro tra il Presidente Stracuzzi e il gruppo Barbera, ma l’accordo è distante

LaPresse/Gianluca Rona

LaPresse/Gianluca Rona

Cessione Messina, la posizione di Stracuzzi – Il Messina cerca soci, ma l’attuale proprietà non ha alcuna intenzione di cedere la maggioranza. E’ questa in sintesi la posizione del Presidente giallorosso Natale Stracuzzi: in queste ore, infatti, sono tante le voci che circolano su una imminente cessione della società all’imprenditore messinese Francesco Barbera, proprietario dello storico marchio ‘Caffè Barbera’. Secondo le informazioni raccolte in esclusiva dalla redazione di StrettoWeb, i colloqui tra le parti nelle ultime settimane sono stati continui e c’è stato anche un incontro con il Presidente Stracuzzi: il faccia a faccia, però, non ha portato all’esito sperato. La distanza tra domanda e offerta è considerevole, nulla lascia presagire (salvo svolte improvvise) ad un accordo imminente tra le parti.

LaPresse/Gianluca Rona

LaPresse/Gianluca Rona

Cessione Messina, il consorzio Barbera – Anche perché il consorzio Barbera (composto tra gli altri da Immacolato Bonina e Antonio Rescifina) vorrebbe puntare alla maggioranza delle azioni (87,5 %), soluzione poco gradita allo stato attuale dalla proprietà giallorossa che cera soltanto uno o più soci che affianchino la società negli ambiziosi progetti futuri. Bisognerà capire se le parti riusciranno, a condizioni diverse, a trovare un accordo oppure se la trattativa è destinata ad arenarsi definitivamente. Soluzione in divenire, il futuro societario del >Messina è ancora tutto da decidere.