Catanzaro: la visita di Marziale ai giovanissimi detenuti e ai bambini abusati [FOTO]

CARCERE MINORILE CZDavvero “on the road”, come è stato definito dal presidente del Consiglio Regionale Nicola Irto, il neo Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria, Antonio Marziale, che immediatamente dopo la conferenza stampa di presentazione a Palazzo Campanella, insieme allo stesso Irto e al vicepresidente Francesco D’Agostino, ha raggiunto le carceri minorili di Catanzaro. Accompagnato dal direttore Francesco Pellegrino e dalla responsabile del Centro di Giustizia Minorile per la Calabria, Maria Gemmabella, ha incontrato i giovanissimi detenuti e ha preso contezza sullo stato delle attività di recupero e reiserimento sociale. Marziale si è anche sottoposto ad un’intervista realizzata dai giovanissimi reclusi per la loro rivista “Il Cielo”. Settimana prossima si terrà un tavolo tecnico ad hoc per approfondire le esigenze dei ragazzi e dei loro tutori.
Uscito dal luogo di detenzione minorile, il Garante, accompagnato dall’assessore regionale Federica Roccisano, ha raggiunto, sempre nel capoluogo la “Casa di Nilla”, Centro specialistico per la cura e la protezione di bambini e adolescenti vittime di abusi sessuali.

CASA DI NILLA I due attori istituzionali si sono lungamente soffermati con il direttore del Centro, Giancarlo Rafele, ed hanno discusso sulla necessità di puntare lo sviluppo della tutela dei bambini in stato di bisogno sull’eccellente esistente. “La nostra – ha detto Rafele al Garante e all’Assessore – è l’unica struttura privata riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione per lo svolgimento dei tirocini formativi per la Scuole di specializzazione in Psicoterapia, oltre ad essere convenzionata con ben nove Università italiane per lo svolgimento dei tirocini curriculari ed a godere del Patrocinio del Presidente della Repubblica”.
La prima giornata del Garante è terminata con una lunga telefonata tra lo stesso e il presidente della Commissione Antimafia del Consiglio Regionale della Calabria, Arturo Bova, che già settimana prossima provvederanno ad incontrarsi per delineare un piano di azione convergente.