Benevento in serie B per la prima volta nella storia: Sannio in festa, coreografia incredibile al Vigorito [FOTO]

Benevento promosso in serie B per la prima volta in 87 anni di storia: grande festa nel Sannio, quasi 20.000 tifosi sugli spalti del Vigorito

Benevento Lecce promozione in serie B (12)Il Benevento è in serie B: i sanniti hanno asfaltato il Lecce 3-0 in un Vigorito gremito come mai accaduto prima nella storia, conquistando l’aritmetica promozione con due giornate d’anticipo: adesso in classifica hanno 7 punti di vantaggio su Foggia e Casertana, mentre il Lecce è scivolato al quarto posto (l’ultimo utile per l’accesso ai playoff) ed è insediato dal Cosenza che ha vinto ad Andria e adesso è a -1 dai salentini. Ma torniamo al Vigorito dove intanto è esplosa la festa.

Benevento Lecce promozione in serie B (8)Oggi a Benevento si celebra la prima storica promozione nella serie cadetta di un’importante realtà calcistica del Sud Italia, che può contare nella propria storia ben 41 stagioni di militanza in serie C/Lega Pro, in quella che a prescindere dal nome è la terza categoria del calcio italiano. In modo particolare negli ultimi 16 anni, il Benevento è stato una delle realtà più importanti della Lega Pro: quella in atto è l’8ª stagione consecutiva in questa categoria, in cui i giallo-rossi hanno militato per 14 volte nelle ultime 16 stagioni, dopo la promozione del 1999.

Benevento Lecce promozione in serie B (7)In questi 14 anni di serie C/Lega Pro, la promozione in serie B è stata sfiorata più volte ed è sfumata per un soffio, addirittura in 6 occasioni ai playoff: prima nel 2004 in semifinale contro il Crotone, poi nel 2009 ancora una volta contro il Crotone, ma stavolta nella finalissima. L’anno successivo, nel 2010, in semifinale contro il Varese, poi ancora nel 2011 sempre in semifinale contro la Juve Stabia, due anni fa nel 2014 l’ennesima semifinale fatale contro il Lecce, infine lo scorso anno (2015) nei Quarti di Finale contro il Como. In tre occasioni, nel 2009, nel 2011 e l’anno scorso nel 2015, il Benevento ha sfiorato persino la promozione diretta arrivando secondo in classifica.

Benevento Lecce promozione in serie B (7)Insomma, forse mai nessuna squadra della storia del calcio italiano ha dovuto soffrire e patire sconfitte al cardiopalma negli spareggi playoff per così tanti anni consecutivi prima di assaporare il gusto della promozione. Ma quest’anno nessuno può togliere ai sanniti la promozione diretta con il primo posto e la vittoria del campionato già da oggi in cassaforte. Ed ecco come si spiega il delirante entusiasmo di queste ore. Il Vigorito sembra il Maracanà con quasi 20.000 spettatori sugli spalti di un impianto che non aveva mai ospitato così tanta gente. Sono numeri straordinari per una cittadina di 60.000 residenti. Praticamente oggi allo stadio c’è una persona su tre, è una proporzione incredibile, come se a Roma andassero allo stadio in 950 mila, a Napoli in 330 mila, a Bari in 110 mila, a Messina in 80.000. E non possiamo contare quanti altri migliaia di beneventani sono in piazza di fronte al maxi schermo appositamente allestito per tutti coloro che non hanno potuto comprare i biglietti, andati esauriti in poche ore.

Benevento Lecce promozione in serie B (10)Tanti ex di Reggina e Messina in campo

Nel Benevento ci sono tanti ex di Reggina e Messina. Su tutti, quest’anno ha trascinato la squadra alla promozione il fantasista Amato Ciciretti, l’anno scorso con la maglia peloritana, schierato da mister Auteri come ala destra. Per lui 6 gol e 8 assist in 25 presenze. Tanti gli ex Reggina, a partire dall’esperto esterno destro Fabrizio Melara, al terzo anno consecutivo al Benevento, quest’anno 4 gol e 4 assist per lui. Poi c’è Fabio Lucioni, pilastro centrale della difesa sannita, al secondo anno consecutivo al Benevento (per lui un assist e un gol in questa stagione). Stesso score (1 gol e 1 assist) per Alessio Campagnacci, al Benevento da 3 stagioni purtroppo anche stavolta frenato dagli infortuni. 

Questi ragazzi, insieme ovviamente a tutti i loro compagni di squadra, hanno realizzato un’impresa fantastica: con appena 20 gol subiti in 33 partite, hanno la miglior difesa del calcio italiano dopo quella della Juventus che è ferma a 18 reti subite. E così la promozione è arrivata con “appena” 50 reti segnate, che non sono tantissime per una squadra che vince il campionato (il Foggia secondo in classifica ne ha segnati 58).

Benevento, esplode la festa: “scusate il ritardo”, delirio nel Sannio [FOTO]

Ecco le foto della straordinaria coreografia del Vigorito:

LaPresse/Cafaro Gerardo
LaPresse/Cafaro Gerardo