Al teatro Placido Mandanici di Barcellona incontri importanti per il direttore Maifredi

Sergio Maifredi, direttore artistico del teatro Placido Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) si prepara a incontri importanti fissati per il prossimo 28 aprile

Teatro Placido Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto Il teatro Placido Mandanici di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, si prepara a una giornata impegnativa il prossimo 28 aprile.
Il direttore artistico, Sergio Maifredi, sarà occupato in importanti incontri con associazioni culturali, promoter, ristoratori e albergatori. “Non c’è teatro se non c’è una comunità che a teatro si ritrova, si riconosce”, dice il direttore: l’obiettivo è infatti quello di creare un circuito di collaborazioni che ricomprenda tutti gli interessati. Non a caso, la sede delle riunioni sarà il Mandanici stesso. Di grande rilevanza per la vita del teatro barcellonese, anche il progetto che prevede l’istituzione di laboratori di prosa, lirica, musica e teatro, che richiederà tre incontri in successione, così da affrontare al meglio ogni ambito.
Il sindaco Roberto Materia l’ha definita “occasione importante di reciproca conoscenza e di confronto” e ha spiegato: “Stabilite di concerto tra dirigenza, amministrazione e direzione artistica, le riunioni del 28 aprile, che non casualmente si svolgeranno in teatro, consentiranno al direttore Maifredi di prendere contatti con le realtà del territorio: l’obiettivo è un coinvolgimento che passerà, anzitutto ma non esclusivamente, dalla progettazione e organizzazione dei laboratori previsti in bando”.
Grande la fiducia del direttore artistico negli incontri che lo impegneranno per tutta la mattina di giovedì 28, quando incontrerà alle 10.00 le associazioni culturali, alle 11.00 i ristoratori e gli albergatori, mentre alle 12.00 sarà il turno dei promoter.
Importanti riunioni che porteranno grandi spunti e grandi risorse ad un teatro come il Mandanici, che ha già il merito di proporre al pubblico spettacoli importanti con attori famosi, tra i più recenti ricordiamo “Penso che un sogno così” di Giuseppe Fiorello.