Agguato nel reggino: il pentito ferito aveva svelato retroscena e strategie di ‘ndrangheta

Il pentito era stato sentito nei mesi scorsi dal pm Giuseppe Lombardo

volante-notte-inseguimento-poliziaIl pentito Giuseppe Greco, ferito in modo grave nell’agguato avvenuto la scorsa notte nel reggino (in cui è stato ucciso Domenico Polimeniha reso dichiarazioni davanti alla DDA che hanno consentito l’avvio di inchieste importanti contro la ‘ndrangheta. Greco (figlio di Francesco “Ciccio” Greco, boss della ‘ndrangheta e trafficante di cocaina, deceduto poco tempo fa per cause naturali) era stato sentito nei mesi scorsi dal pm Giuseppe Lombardo, ed ha rivelato importanti scenari e strategie mafiose.