A Reggio Calabria in 800 per “Il mare nasconde le stelle”, una storia fantastica. Grazie Remon, uno di noi [FOTO e VIDEO]

Stamattina al CeDir di Reggio Calabria la presentazione del libro di Francesca Barra “Il mare nasconde le stelle”, per raccontare la storia di Remon, giovane egiziano arrivato in Italia rischiando più volte la vita per raggiungere un sogno

Il mare nasconde le stelle Remon a Reggio Calabria (17)Tutti pazzi per Remon: lunghe file per chiedergli una foto, un autografo, la dedica del libro o più semplicemente una stretta di mano. Per guardarlo negli occhi da vicino, cercando di scorgere quel coraggio che l’ha spinto nella sua avventura difficile ma fantastica. Stamattina al CeDir di Reggio Calabria abbiamo presentato il libro di Francesca Barra, “Il mare nasconde le stelle”, con 800 studenti delle scuole della città e della provincia grazie ad un evento organizzato nell’ambito del progetto “Legalità e Cultura” della Fondazione Scopelliti.

Il mare nasconde le stelle Remon a Reggio Calabria (13)Alla presenza di Rosanna Scopelliti, del Sindaco Giuseppe Falcomatà e dell’autrice Francesca Barra che in collegamento Skype ha fornito la propria testimonianza svelando alcuni retroscena del “dietro le quinte” rispetto alla stesura del  libro, Remon ha raccontato dalla propria viva voce la sua esperienza terribile ma a lieto fine. Seduti, in prima fila, Carmelo e Marilena i suoi nuovi genitori, due siciliani dal cuore grande che l’hanno accolto in affido e gli hanno regalato una nuova vita, una nuova speranza. Gli hanno consentito di avere un’altra chance che Remon s’è conquistato con pieno merito affrontando un viaggio della speranza ad appena 13 anni, scappando di casa senza dire nulla ai genitori che altrimenti non l’avrebbero fatto scappare.

Il mare nasconde le stelle Remon a Reggio Calabria (6)Circa 800 studenti hanno gremito la sala Versace del Centro Direzionale reggino, ascoltando con grande attenzione la storia di Remon, i momenti più difficili, quelli commoventi come la fotografia del fratello a cui il giovane egiziano è sempre stato legatissimo. Un filo che collega tutto il suo racconto dalla fuga alla nuova vita, e che Remon ha mostrato a tutti durante l’incontro odierno. “Il mare nasconde le stelle” è il titolo del libro che richiama il particolare legame tra Remon e le stelle, punto di riferimento importante per tutta la sua vita e in modo particolare in quel terribile viaggio sul barcone della disperazione. Remon vuole studiare, vuole un lavoro dignitoso, sogna di diventare ingegnere informatico.

Il mare nasconde le stelle Remon a Reggio Calabria (15)Adesso sta pensando quale modello di notebook acquistare per iniziare a costruire pagine web, ma il suo sogno più impellente è quello di poter tornare in Egitto, abbracciare mamma e papà, suo fratello a cui vuole regalare un paio di scarpe da calcio. E’ molto bravo con il pallone ma non può permettersele. Perchè nonostante tutto, nonostante i soprusi, le angherie, la privazione delle libertà che quotidianamente Remon ha dovuto subire, adora il suo Egitto e non dimenticherà mai le proprie origini. E’ un ragazzo buono e forte. Ma anche semplice e sincero. E’ uno di noi.
Grazie Remon per aver trovato la forza di condividere con tutti noi la tua storia fantastica.

Il mare nasconde le stelle, Rosanna Scopelliti: “i giovani italiani abbiano lo stesso coraggio di Remon per combattere la mafia” [VIDEO]