71 anni fa la liberazione dell’Italia dai fascisti, Vita: “anche Cardeto è stato protagonista della rinascita”

liberazione“71 anni fa l’Italia veniva liberata dal “gioco” fascista e dopo 20 anni riacquistava la libertà perduta. Alla liberazione dell’Italia non si è pervenuta per caso, ma è stato svolto un lavoro certosino e capillare frutto delle giovani menti più attive dell’Italia , i quali hanno pagato con la propria vita , con sacrifici, torture il riscatto della libertà nazionale, creando il secondo Rinascimento italiano. Anche Cardeto è stato protagonista di questa rinascita, basta ricordare che Cardeto ha ospitato sul proprio territorio confinati politici e cardetesi militanti nelle varie file partigiane non solo comuniste. Ricordiamo l’Onorevole Tommaso Rossi. Oggi che si tenta con mezzucci politici di affossare la Carta Costituzionale nata dai valori profondamente espressi dal” Vento del Nord” e dal sacrificio di intere generazioni di italiani caduti in guerra o morti nei campi di concentramento oppure fatti scomparire dai vari tribunali speciali fascisti , con la scusa che bisogna modificare o aggiornare la nostra Costituzione”, scrive in una nota Valentina Vita, presidente dell’associazione “la cosa pubblica”. “L’Associazione – prosegue- ormai da due anni attiva,operante nel territorio di Cardeto, in occasione del 25 aprile intende raccogliere il testimone di far conoscere la storia della nostra liberazione e di raccontarla ai giovani, non solo come momento di ricordo dei caduti della Resistenza , ma che ogni 25 aprile diventi un giorno per liberare l’Italia da tutte le ingiustizie , dall’ipocrisa e dal mal affare politico. In questa occasione,oltre alle autorità politiche, religiose e militari , saranno Coinvolti: il gruppo “i Cardoledi ” e la “Ginestra” orgoglio di San Salvatore, Prenderanno parte anche il “CLUB FIAT 500 ” del presidente Angelo Amaddeo, al fine di passare tutti insieme un giorno in armonia e divertimento. il 22 corrente mese siete tutti invitati a Cardeto”, conclude.