Sicilia, i pendolari presentano le proprie richieste alla Regione: adottiamo il modello Lazio

Più sconti e maggiori agevolazioni: il Ciufer chiede uno sforzo all’Esecutivo di Palermo

trenoI siciliani non valgono meno dei laziali, anche se costretti al pendolarismo in giro per l’isola. Sulla base di quest’obiezione l’omonimo Comitato presieduto da Giacomo Fazio, il CIUFER, ha chiesto al Governo regionale di disporre una serie di misure in favore dei lavoratori costretti a viaggiare sui binari. Nello specifico Fazio propone: l’istituzione di un bonus per gli acquirenti di una bici pieghevole, soprattutto nel caso di bici elettrica, sottoscrivendo l’abbonamento “Bici in Treno”; uno sconto del 30% sugli abbonamenti per tutti i cittadini che dimostrano di avere un reddito comprovato dall’ISEE inferiore a € 25.000; un ulteriore sconto del 20% per coloro che vantano un reddito inferiore a € 10.000 annui; un ripensamento dei requisiti per la concessione delle agevolazioni e una riduzione progressiva per l’acquisto di nuovi abbonamenti se sottoscritti all’interno dello stesso nucleo familiare.