Scandalo in Sicilia: il Cristo Morto si sarebbe inchinato al boss, aperte indagini

La statua del Cristo Morto, portato da una ventina di portatori, ha abbandonato il tracciato ufficiale andando a rendere omaggio alla casa di un potente boss della mafia, Francesco La Rocca, detenuto al 41 bis

venerd_santo_-processioneEnnesimo scandalo di inchino ad un boss in Sicilia: durante la processione del Venerdì Santo a San Michele di Ganzaria, nel catanese, la statua del Cristo Morto, portato da una ventina di portatori, ha abbandonato il tracciato ufficiale andando a rendere omaggio alla casa di un potente boss della mafia, Francesco La Rocca, detenuto al 41 bis.  Al momento della deviazione dal tragitto, riporta “La Sicilia di Catania”,  il sindaco ha tolto la fascia tricolore prendendo le distanze da quanto stava accadendo, così come hanno fatto il parroco e il comandante dei carabinieri. La magistratura ha aperto le indagini.