Reggio, Tripodi e Danisi (Gd): “dalla destra reggina non accettiamo lezioni”

bandiere-giovani-democratici1“Rimaniamo esterrefatti dalle dichiarazioni rilasciate da un anonimo esponente di “Gioventù nazionale-FdI”, movimento giovanile che fino ad oggi si è distinto per non aver mai fatto attività politica. Tali dichiarazioni si riferiscono all’assemblea pubblica indetta dall’amministrazione Falcomatà, uno spazio libero aperto a tutti per ascoltare le opinioni, i suggerimenti e le istanze dei cittadini, un momento di confronto inedito che non dovrebbe lasciare spazio alla minima critica. Eppure la destra reggina, con la speranza di rientrare nella discussione cittadina, cerca senza vergogna e senza pudore di gettare fango e discreditare anche iniziative lodevoli ed innovative per la nostra città come questa. All’ assemblea pubblica ha partecipato un ampia fetta delle associazioni operanti nel territorio reggino, dispensando suggerimenti, confrontandosi su importanti temi e come è normale che sia esponendo anche delle critiche, per la verità minime, su determinate questioni, gli oltre 80 interventi che ci sono stati, dimostrano, senza lasciare spazio a dubbi, che l’ assemblea ha trovato un ampio consenso nei confronti delle associazioni e dell’intera popolazione reggina. Nella Scopellitiana memoria, come qualcuno cita, non ricordiamo Assemblee pubbliche aperte alla cittadinanza; l’unica cosa che ricordiamo, sono feste, festini e sperpero di danaro, in barba ai cittadini, alle imprese ed ai lavoratori. La destra Reggina, ormai allo sbando, ha perso l’ ennesima occasione per stare zitta“. Lo dichiarano il segretario provinciale dei Giovani Democratici Alex Tripodi e Francesco Danisi dirigente nazionale dei Giovani Democratici