Reggio, prosegue l’attività di ricognizione delle grandi opere incompiute

palazzo san giorgio“Prosegue incessantemente l’attività di ricognizione delle grandi opere incompiute reggine da parte della Commissione “Controllo e Garanzia” al Comune di Reggio Calabria“, annuncia in una nota il Presidente Consigliere Forza Italia Antonio Pizzimenti.  “Nella seduta odierna è stato ascoltato in audizione il Geom. Cuzzola, Responsabile del procedimento di completamento delle aste che interessano il Calopinace, opera che risulta ferma ormai da diversi anni e che rende indecorosa tutta la zona insistente attorno ai margini del torrente.  Dopo una breve presentazione dell’opera, è stato rivisitato l’excursus di tutto l’iter procedurale avvenuto ad oggi, evidenziando le cause ed i motivi ostativi intervenuti che hanno provocato i vari rallentamenti  per arrivare infine al blocco totale dei lavori” continua Pizzimenti. “Il Geom. Cuzzola ci ha informato sulle azioni messe in campo dall’attuale Amministrazione al fine di procedere alla risoluzione del contratto con la ditta MDM Costruzioni Generali S.r.l., ed avviare celermente la procedura per la conclusione dei lavori, considerato che risulta indispensabile riprogettare l’opera e indire una nuova gara d’appalto. Un cronoprogramma, quello esposto, che prevede la scissione del contratto entro il prossimo  mese ed il conseguente riappalto, con il completamento dell’opera, entro i successivi dodici insomma il tempo previsto per l’ultimazione si aggira intorno ai due anni che sommati a quelli già trascorsi si attestano a quasi a quindi anni necessari solo a Reggio Calabria, peraltro Mezzogiorno del Mezzogiorno, per completare un’opera pubblica. Siamo ancora rimasti Città sottosviluppata da questo punto di vista e sarebbe auspicabile un intervento concreto da parte delle autorità competenti affinchè i lavori finanziati con fondi pubblici possano essere realizzati in tempi ragionevoli”, aggiunge il Presidente Pizzimenti.   ”Ascoltati gli interventi degli altri consiglieri, posso confermare,  da parte dell’intera Commissione, che sarà posta la massima attenzione per assicurare un regolare svolgimento della procedura con alto senso di responsabilità istituzionale e senso civico e, soprattutto, per garantire il rispetto pedissequo dei tempi indicati, anticipando che sarà prestata un’azione di continua vigilanza e puntuale controllo, con periodiche eventuali richieste di audizione del Geom. Cuzzola, al fine di monitorare l’avanzamento dei lavori, evitare ulteriori inutili ritardi e sprechi e consentire finalmente la riconsegna del Calopinace alla città di Reggio Calabria” conclude il Presidente.