Reggio, primo “Family day” presso l’Asd Athletic Center [FOTO]

Asd Athletic Center (2)Venerdì 25 Marzo, in occasione delle festività pasquali, presso L’Asd Athletic Center, si è svolto il primo “Family day”:  per un pomeriggio si sono invertiti i ruoli familiari, i figli istruivano i genitori sulla corretta attività motoria e tecnica nel Judo. L’Asd Athletic Center è un’associazione sportiva dilettantistica, affiliata al CONI e alla FIJLKAM, che dal 2003 si occupa di promuovere sul territorio reggino i valori dello sport tramite l’insegnamento di un arte marziale, il Judo. Disciplina giapponese praticata in tutto il mondo, è stata dichiarata dall’UNESCO lo sport più completo per lo sviluppo degli atleti di tutte le età, dai 4 ai 21 anni. L’iniziativa sociale è stata accolta con favore dai parenti degli atleti che hanno partecipato numerosi, diventando allievi dei loro figli e tornando anche un po’ bambini, ritrovando quel divertimento spensierato della fanciullezza. Sul tatami i genitori hanno dovuto affrontare giochi ed attività apparentemente semplici ma che, per essere eseguiti alla perfezione, necessitano di una serie di capacità motorie e coordinative non banali. Alla fine sono stati sottoposti dai propri figli ad un esame, i quali, non nascondendo la voglia di rivalsa, hanno elargito rimproveri e premi a chi li meritava. Inizia così la seconda parte della giornata, protagonista indiscusso l’abilità culinaria dei genitori e la fame di tutti i partecipanti. Torte, crostate e prelibatezze varie sono state il “dessert” per chiudere l’evento e festeggiare insieme l’arrivo della Pasqua. Il presidente dell’associazione, Arnaldo Meloni, commenta così la giornata: “nello sport non esistono solo premi e competizioni, socializzare e condividere del tempo insieme è il miglior modo di crescere, ci sono genitori che hanno rinunciato ad una giornata di lavoro per essere presenti e sicuramente non rimpiangono la scelta”.  Lo staff tecnico si esprime sull’attività svolta sulla materassina: “è stato molto divertente e soddisfacente vedere i genitori in difficoltà, l’attività che svolgiamo sul tatami può apparire semplice ma necessità di molto impegno e concentrazione. Cerchiamo di far crescere i bambini sotto tutti i punti di vista: fisico, motorio, coordinativo, caratteriale, disciplinare. È un lavoro duro ma oggi più che mai siamo consapevoli dell’importanza del nostro ruolo, e lo facciamo con piacere”.