Reggio: occupazione suolo pubblico, incontro Comune- Confcommercio

TavoliniBarWebIl Regolamento comunale per l’occupazione del suolo pubblico, modificato dalla Commissione straordinaria con delibnera n.69 del 28/12/2012, continua a mietere vittime. L’art 29 del Regolamento in questione vieta, in tutto il territorio comunale, l’occupazione del suolo pubblico con esposizione di prodotti alimentari e non alimentari da parte dei titolari di attività economiche. Così questa mattina un incontro, ospitato nella sala Giunta di Palazzo San Giorgio, tra l’Assessore Giovanni Muraca (Polizia Locale), il Dirigente del settore Sviluppo Economico Francesco Barreca con i funzionari, il Direttore provinciale di Confcommercio Marisa Lanucara con Umberto Cotroneo e Francesco De Carlo della F.I.T. (Federazione Italiana Tabaccai). “E’ l’intero sistema ad essere penalizzato: tabacchini, farmacie, piante e fiori”, così i rappresentanti di categoria che chiedono a gran voce di predisporre una serie di strategie volte al contrasto dell’illegalità, una piaga che affligge gli operatori commerciali del comune reggino. La Confcommercio Reggio Calabria, al fianco delle Istituzioni e dei commercianti, in merito alla delibera commissariale che vieta l’occupazione del suolo pubblico, chiede la deroga per quelle attività commerciali che ad esempio vendono piante stagionali o erbe aromatiche, una tipologia di merce che necessariamente deve godere della luce naturale e stare all’aperto. Confcommercio, facendosi portavoce degli esercenti delle attività commerciali, chiede al Comune di rivedere la delibera per mettere in regola chi non lo è stabilendo delle giuste regole contro ogni forma di abusivismo commerciale e vendita irregolare per una complessiva strategia di prevenzione e contrasto che coinvolga tutti i soggetti chiamati in causa per ripristinare l’ordine e la legalità. Un principio che mette tutti d’accordo e vedrà l’Associazione di categoria e gli Uffici comunali a lavorare in sinergia sulle modifiche da apportare al regolamento.