Reggio, Morabito: “privatizzare il Parco Caserta? Una scelleratezza”

Sit-in Parco Caserta (2)“Ancora una volta la comunità Reggina potrebbe essere privata di una delle strutture storiche del comprensorio cittadino. Parliamo del grande “Parco Caserta” , punto di incontro per i giovani e non , nel quale venivano e vengono svolte molteplici attività, da quelle sportive a quelle socio-culturali. Centro fondamentale per l’aggregazione Reggina, il Parco Caserta è stato più volte oggetto di riflessioni e proposte per il suo sviluppo ed utilizzo nel quale sono state spese anche non poche risorse economiche. Stavolta però, si tratta di ben altro. Privatizzare il Parco Caserta! E’ questo l’argomento all’ordine del giorno che lascia, a dir poco, senza parole ed anzi pone in forte sconcerto ed amarezza la cittadinanza tutta”, scrive in una nota Stefano Morabito, del movimento “Cittadini”. “Questa barbara idea – prosegue- di privare le associazioni sportive, culturali, ma soprattutto ogni singolo cittadino di uno dei più importanti centri della città, non deve essere neanche proposta o posta come punto all’ordine del giorno, di nessun tavolo di lavoro o commissione alcuna, poiché rappresenterebbe l’ennesima sconfitta e perdita di coscienza da parte delle amministrazioni ma soprattutto raffigurerebbe un’altra sottrazione “coatta” ai nativi Reggini (come il sottoscritto) cresciuti nel contesto del Parco Caserta. L’eventuale vendita, causerebbe un’offesa non solo etica e morale ma anche culturale e sociale di interesse comune. Al fine di evitare che ciò accada, è necessario scendere in piazza, per le strade e negli uffici “competenti” per lottare affinchè questa scelleratezza resti solo una proposta per aria senza fondamenta né logica alcuna. Le amministrazioni, tutte, devono fare chiarezza e pensare ai cittadini e non alle proprie tasche. Il Movimento Cittadini farà proprio quanto annunciato, infatti, è prevista una raccolta firme a sfavore dell’eventuale vendita del parco che da sempre rappresenta uno dei luoghi strategici e rappresentativi della Città”, conclude.