Reggio, la lettera di un lettore a StrettoWeb: “adotta il verde è una scommessa vinta?”

Adotta il verdeDi seguito la lettera di un lettore di StrettoWeb, Francesco D’Amato, sull’iniziativa promossa dall’amministrazione comunale di Reggio “Adotta il verde”:

Ho letto l’intervento del consigliere comunale de La Svolta Antonino Mileto in merito al progetto promosso dall’Amministrazione comunale “Adotta il Verde”. Credo che le adozioni debbano rimanere nell’ambito in cui sono state ideate ed oggi sono praticate e cioè il diritto di famiglia ed il diritto minorile. L’Amministrazione comunale di Reggio Calabria, secondo Mileto ha vinto una scommessa con l’iniziativa “Adotta il verde” generando “99 adozioni di verde pubblico in un solo anno”. Bene, se questi sono i presupposti non c’è tanto da rallegrarsi. Il verde pubblico gestito da privati è una trovata singolare, una contraddizione in termini, sul lungomare un’aiuola con un cavallino rampante, un’altra con una macchinina, insegne pubblicitarie di associazioni, negozi e imprese varie che piantano tipologie botaniche a piacimento, senza rispettare un disegno organico e coerente di decoro. E poi nelle aiuole non adottate erba e siepi che sfiorano il metro. Questo è il risultato sotto gli occhi della cittadinanza, consigliere Mileto, e senza un’idea complessiva, un progetto di arredo urbano che restituisca dignità estetica alla città non si va da nessuna parte ed il turismo a Reggio resterà un sogno. Amministrare significa assumersi responsabilità, res-pons (dare risposte) in tutti i settori dell’amministrazione pubblica e non favorire “adozioni”, risposte che la politica che governa questa città dovrebbe prima programmare e poi attuare, magari a cominciare dal verde pubblico. Altro che museo a cielo aperto. Iniziate Voi amministratori ad avere cura del Vs. mandato, interpretandolo con competenza e serietà, e vedrete che i cittadini si prenderanno cura di ciò che appartiene loro innamorandosene nuovamente.

Dr. Francesco D’Amato