Reggio, il “pensiero imprenditoriale” secondo il gruppo giovani industriali e unicredit

plateaPromuovere l’innovazione, puntando sull’imprenditoria giovanile attraverso nuovi servizi, risorse finanziarie e luoghi dedicati. Sono questi i punti fermi di “UniCredit Start Lab”, la nuova piattaforma di formazione, coaching, servizi di incubazione, risorse finanziarie e spazi fisici, messa a punto da UniCredit per supportare le Start Up, l’innovazione e le nuove tecnologie nei settori Life Science, Ict/Web/Digital, Clean Tech e Innovative Made in Italy, Services & Industrial.

L’innovativo strumento è stato presentato nel corso di un partecipato workshop ospitato nel Salone Conferenze di Confindustria Reggio Calabria nell’ambito dello sportello ImprediReggioCalabria costituito dal Gruppo Giovani Imprenditori dell’associazione di Via del Torrione, presieduto da Angelo Marra, quale punto di ascolto e assistenza dedicato ad iniziative imprenditoriali nel territorio provinciale. “Il movimento delle start up innovative – ha detto in apertura lo stesso Marra – è in crescita nel nostro territorio, grazie anche a preziosi strumenti finanziari come “CalabriaInnova” e in questo contesto noi abbiamo seguito direttamente sette progetti che poi sono diventati impresa nella provincia di Reggio. Altre nuove start up stanno entrando nel nostro sistema di relazioni e formazione e lo stesso sportello è pronto a rilanciare la propria azione. E da pochi giorni abbiamo iniziato le nuove attività con altri startupper. Siamo fiduciosi, c’è un bel fermento che stiamo alimentando con un programma di iniziative mirate”.

“Dobbiamo sostenere gli slanci progettuali che vengonangelo marrao dai giovani – ha sottolineato il presidente di Confindustria Reggio Calabria, Andrea Cuzzocrea – è questo il nostro compito e l’azione del Gruppo Giovani va esattamente in questa direzione. Ed è motivo di grande soddisfazione che a questo impegno, si sia aggiunta la presenza di un grande istituto di credito, di levatura internazionale che può favorire la nascita di nuove imprese”.

“E’ fondamentale, per un giovane che voglia intraprendere un progetto imprenditoriale – ha spiegato Antonio Riccio, Stakeholder & Territorial Development Region Sud UniCredit – sapere cosa si aspetta e cosa chiede una banca per sostenerlo.  L’idea è necessaria ma da sola non basta, occorre sapere come realizzarla e quali sono gli strumenti per metterla a valore. La nostra piattaforma risponde a questa esigenza”.

La piattaforma, in effetti, selezionerà le start up più innovative attraverso un rigoroso processo di scouting e valutazione supportato da commissioni composte da imprenditori, investitori professionali, manager e tecnici. Le start up selezionate avranno accesso a percorsi di formazione, attività di mentorship, servizi di incubazione e possibilità di effettuare incontri con imprenditori e investitori a fini commerciali o di investimento. “UniCredit Start Lab” prevede anche la possibilità di investimento, da parte di UniCredit, fino a 250mila euro per Start Up, in affiancamento ai partner del progetto. Innovatori e giovani imprenditori possono presentare la propria candidatura attraverso il portale www.unicreditstartlab.eu entro il 30 aprile 2016.

“Con il progetto UniCredit Start Lab la banca vuole mettere in atto un’azione sinergica con Università, incubatori, acceleratori d’impresa e investitori per supportare, dalla fase di lancio a quella di espansione, le idee più innovative dei giovani talenti del Paese e della Regione”, ha affermato Antonio Senape, Area Manager Calabria di UniCredit. “L’obiettivo è quello di supportare i giovani che hanno capacità imprenditoriali e incentivare la creazione di nuovo lavoro. In questo senso, credo che si tratti di un progetto che può essere molto utile soprattutto nel Mezzogiorno e in Calabria in particolare, territorio pieno di giovani brillanti che trovano però nel loro percorso maggiori difficoltà ad emergere”.