Reggio, i “cittadini indignati” si rivolgono al sindaco Falcomatà

San Cristoforo“I cittadini della Via Prov. San Cristoforo -scrive Claudio Nucara dei “cittadini indignati”- preferiscono fare la domanda al Sindaco della città di Reggio Calabria pubblicandone il contenuto, così facendo, lo stesso, ne avrà facoltà di rispondere o meno come ha fatto precedentemente e se sarà così gentile a darci ed illuderci ancora con la data inizio lavori”. 

Il sottoscritto giorno 24 febbraio alle ore 14.50 ha fatto l’ennesima segnalazione guasti pubblica illuminazione per la via sopra citata, al numero tel. 3391057611, l’operatore nr. 4099, gentilmente prese la segnalazione come suo dovere fare, ma ad oggi 09 marzo, il problema persiste. Ad oggi sotto questa amministrazione è stata solo ripristinata parte dell’illuminazione stradale che fa luce sul quel tratto di strada cantierata e abbandonata. In piena curva, a due passi dalla chiesa e dalla scuola elementare, a causa di lavori incompleti e della mancata costruzione di 5 metri circa di muro, si è creato uno strapiombo, delimitato, da una recinzioni di plastica rossa quasi inesistente dal logorio, quindi un pericolo per gli automobilisti e soprattutto per i pedoni, in quanto tutta la strada è sprovvista di marciapiedi su entrambi i lati. Continuando sullo stesso tratto di strada, in direzione Cannavò, troviamo il restringimento improvviso e poco segnalato della carreggiata, con l’assenza d’illuminazione e ampliamento della stessa mai iniziato. I genitori che giornalmente accompagnano i bambini a piedi, la invitano a tornare sul posto nelle ore di punta per vedere il serio pericolo che corrono i bambini. I lavori sono iniziati due giunte fa, (2010) tra i banchi di palazzo San Giorgio sedevano tanti politici che ancora oggi sono su quelle sedie, solo parte d’illuminazione è stata ripristinata ma mai ripresi i lavori, ad oggi non è stata neanche messa in sicurezza questo tratto di strada. Signor Sindaco l’hanno vista solo qualche volta e in punta dei piedi sul cantiere sopra menzionato, ma mai un confronto con i cittadini che ne hanno le scatole piene di questa situazione. Nella speranza che su questa strada non se ne debba occupare in futuro la Procura della Repubblica, la informiamo ancora una volta che, nel tratto di strada cantierato nella via Prov. San Cristoforo: Non è segnalato adeguatamente il cantiere; manca parte dell’illuminazione; la strada è dissestata; il cantiere non è delimitato e segnalato sia di giorno che di notte; non esiste alcun cassonetto per i rifiuti il più vicino a 300 metri; manca parte di muro di contenimento della strada principale. Buon lavoro.

Claudio Nucara