Reggio, Giornata internazionale della donna: incontro-dibattito organizzato dalla Polizia di Stato in Questura

DSC_0010Nella giornata odierna, in occasione della prossima ricorrenza della Giornata internazionale della donna, la Polizia di Stato ha organizzato in Questura un incontro-dibattito con una rappresentanza di alunni delle V classi del Liceo Scientifico “Alessandro Volta” di Reggio Calabria sulla violenza di genere, avente come vittima la donna in quanto tale. Nel corso di questa iniziativa di sensibilizzazione, è stato illustrato il determinante impegno della Polizia di Stato a salvaguardia dell’universo femminile dall’odioso fenomeno del femminicidio e dello stalking, a partire da una mirata formazione dei suoi operatori per un’idonea assistenza pratica e psicologica alla donna abusata e maltrattata tra le mura domestiche. È stata evidenziata ai giovani studenti, nei suoi tratti salienti, la normativa vigente in materia volta a prevenire e contrastare la violenza domestica. Nella circostanza, è stata illustrata la gradualità degli strumenti giuridici a disposizione degli operatori di Polizia per prevenire, prima ancora che per reprimere, la possibile spirale di condotte violente nei confronti del genere femminile, in particolare soffermandosi sulla funzione del provvedimento questorile di Ammonimento, oltre che sulla possibilità per le donne di rivolgersi ad idonei Centri antiviolenza per avere un’idonea assistenza psicologica nel nuovo percorso di vita, anche dopo la denuncia del proprio aguzzino.

DSC_0011Nell’occasione, si è avuto modo di commentate insieme ai ragazzi le immagini tratte da due filmati che plasticamente hanno descritto la triste tematica del femminicidio e dello stalking, da due diversi punti di vista: quello delle donne vittime, sempre più consapevoli del fatto che il loro silenzio rischia di uccidere la loro stessa dignità; nonché il punto di vista dei mass-media che, a volte, rischiano di rappresentare la donna vittima di violenza come artefice del proprio infausto destino, per via dei suoi atteggiamenti o quantomeno del suo abbigliamento provocante. L’iniziativa di sensibilizzazione, nei confronti di queste attuali quanto odiose tematiche, colloca così gli uomini e le donne della Polizia di Stato al centro della rete di prevenzione contro stalking e femminicidi.