Reggio, ecco cosa deve fare un esercizio commerciale per poter somministrare pasti per celiaci

glutineIl Servizio di Igiene degli Alimenti Bevande e Nutrizione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Reggio Calabria invita tutti gli operatori del settore alimentare che somministrano pasti per celiaci ad adeguarsi scrupolosamente alle direttive del Regolamento C.E. 852/2004 che se non applicate possono causare danni alla salute e gravi sanzioni ai trasgressori. Pertanto, ogni esercizio commerciale per potere essere autorizzato a somministrare pasti per celiaci deve inoltrare preventivamente, al Portale SUAP del Comune cui ricade l’attività commerciale l’allegato 2 di  “modifica significativa”. Il Comune a sua volta dovrà provvedere alla trasmissione del duddetto allegato al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP reggina per la valutazione di merito. Il personale impegnato alla somministrazione pasti per celiaci deve essere adeguatamente formato.  Cibo, bevande e attrezzature devono essere allocati e custoditi in luoghi idonei diversi da quelli  utilizzati per i non celiaci onde evitare ogni possibile contaminazione. Il manuale HACCP deve essere approntato e/o aggiornato conformemente alle nuove linee di produzione.