Reggio, da Soleinsieme alla “Rete del tessile resistente”

Sartoria socialeUn anno fa partiva un progetto coraggioso,di riscatto e solidarietà di un gruppo di donne reggine provenienti da situazioni di fragilità sociale che si sono costituite nella  cooperativa sociale Sole insieme  e che hanno iniziato ad operare nel settore delle pulizie. Un mese fa,nel bene confiscato di via Possidonea 53 è stato inaugurato il laboratorio di sartoria sociale Sole insieme, alla presenza del vescovo e delle massima autorità cittadine. “Siamo felici di cominciare con il laboratorio sartoriale, con un po’ di timore per le aspettative che ruotano attorno a questo progetto – hanno commentato in quella occasione le socie di Soleinsieme – Per noi è comunque già entusiasmante il fatto che qualcuno abbia creduto in noi, un fatto raro per delle madri che si trovano a dover gestire da sole la crescita dei propri figli, in assenza di adeguati servizi rivolti all’infanzia”.A questa prima attività già avviata si aggiunge  ora un nuovo tassello per le  donne che vogliono essere protagoniste del loro futuro. Alcuni  soggetti istituzionali ed associativi che condividono gli stessi valori e finalità e che hanno  esperienza significativa nel settore  hanno deciso di sottoscrivere una idea progettuale per dare accoglienza, orientamento ed opportunità di autonomia lavorativa e sociale a donne italiane e straniere del territorio di Reggio Calabria che vivono una condizione di disagio sociale e sono a  rischio marginalità. Il prossimo 7 marzo,vigilia della ricorrenza della giornata della donna, alle ore 10.00 al Panella Vallauri ci sarà la presentazione ufficiale di “Sole insieme Rete del  tessile resistente”. Un  progetto ambizioso che ha come finalità quella di attivare forme di orientamento ed inserimento lavorativo di donne in difficoltà,realizzare percorsi formativi  nei settori del tessile,valorizzare e potenziare  i laboratori di sartoria presenti c/o le sedi degli Enti sottoscrittori ed attivarne di nuovi,creare punti di commercializzazione e  di vendita dei prodotti,acquisire commesse sul piano locale e nazionale avvalendosi delle Reti nazionali di Equo sud e di Libera ed altri soggetti che condividono stessi valori e finalità. Il programma prevede,                                                                                              Proiezione Video “Da Soleinsieme alla rete sociale del tessile”                        Saluti di Nicola Irto Presidente Consiglio Regionale della Calabria                                                                     Giuseppe Marino Assessore al Welfare Comune di Reggio Calabria- Eduardo Lamberti Castronovo Assessore alla Legalità Provincia Reggio Calabria-Bova,Don Nino Pangallo Direttore Caritas Diocesana. 

  • Ø Il progetto formativo della scuola “ Corso Sistema Moda(Anna Nucera Dirigente Scolastico Panella-Vallauri)
  • Ø Dalla fragilità sociale al fare impresa al femminile(Giusy Nuri presidente Coop Soleinsieme)
  • Ø Il lavoro come riscatto sociale per le donne detenute(Maria Carmela Longo Direttore Casa Circondariale Reggio Calabria)
  • Ø Il lavoro per uscire dalla violenza e dalla tratta( Roberto Petrolino Direttore Arcidiocesi Reggio/Bova Comunità di Accoglienza Onlus)
  • Ø La rete dei laboratori di sartoria sociale(Mimmo Tramontana Equo Sud)
  • Ø Donne e lavoro, da Soleinsieme alla rete di opportunità(Daniela De Blasio Consigliera di Parità Provincia Reggio Calabria)
  • Ø Inserimento lavorativo delle fasce svantaggiate(Gianni Pensabene Presidente Consorzio Macramè)
  • Cangiari, il tessile della moda con il lavoro delle donne calabresi. ( Vincenzo Linarello Gruppo Cooperativo GOEL)

Introduce e coordina Mario Nasone Presidente Centro Comunitario Agape

CONCLUDE FEDERICA ROCCISANO ASSESSORE  REGIONALE SCUOLA, LAVORO, WELFARE, POLITICHE GIOVANILI