Reggio, controlli e perquisizioni nel territorio: un arresto e 4 denunce

Allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari (identificate 370 persone a bordo di 152 mezzi)

carabinieriNell’ultimo fine settimana sono state incrementate le attività di controllo del territorio svolte dai Carabinieri della Locride, attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia, nell’ambito del piano nazionale e transnazionale di contrasto alla criminalità denominato “focus ‘ndrangheta” e della pianificazione coordinata dei servizi realizzata sulla scorta delle politiche di controllo del territorio implementate sotto la direzione generale del Prefetto di Reggio Calabria, dottor Claudio Sammartino. A tal fine sono stati allestiti numerosi posti di controllo, sia nelle aree rurali che nelle periferie dei principali centri urbani, effettuati rastrellamenti ed eseguite numerose perquisizioni, domiciliari, personali e veicolari (identificate 370 persone a bordo di 152 mezzi).

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

-   i Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno denunciato un 57enne di Maddaloni per truffa. L’uomo, al termine di una trattativa on-line, si sarebbe fatto accreditare la somma di 300,00 €uro sulla sua carta Postepay, quale acconto per la locazione di un appartamento sito in quel centro abitato, che da successivi accertamento è risultato non essere il suo, facendo perdere successivamente le proprie tracce;

-  i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato un albergatore di quel centro, il quale a seguito di un controllo eseguito presso l’esercizio commerciale di sua proprietà unitamente a personale specializzato dell’Enel, è stato accertato un allaccio abusivo alla rete elettrica mediante un sistema bypass;

- i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno tratto in arresto DEMASI Rocco, 61enne del posto, in flagranza di evasione dagli arresti domiciliari. L’uomo, destinatario di un decreto di perquisizione emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia, nella notte, all’atto dell’esecuzione del provvedimento si era reso irreperibile presentandosi solo nella tarda serata presso il citato Comando Arma. Su disposizione dell’A.G. l’arrestato è stato risottoposto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione;

- i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Locri hanno denunciato un 35enne di Portigliola, risultato positivo al controllo etilometrico, con tassi alcolemici superiori ai limiti consentiti, dalle legge;

- i Carabinieri della Stazione di Platì hanno denunciato un 30enne del posto, il quale a seguito di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di svariati grammi di marijuana rivenuti presso la sua abitazione;

Inoltre,

- i Carabinieri della Stazione di Gerace hanno segnalato alla Prefettura di Reggio Calabria un uomo di 39anni, il quale a seguito di una perquisizione personale è stato trovato in possesso di 1 involucro contenente cocaina;

-  i Carabinieri della Stazione di Platì hanno sottoposto un 65enne pregiudicato del posto, alla Sorveglianza Speciale di P.S. con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, irrogata dal Tribunale – Sezione M.P. di Reggio Calabria che ha concordato a pieno con le risultanze informative rapportate dalla Compagnia Carabinieri di Locri.