Reggio, chiusura della Limina: riunione in Prefettura per fare il punto sulla viabilità

galleria liminaQuesta mattina si è tenuta una riunione convocata dal prefetto Sammartino in merito alla chiusura al transito dalle ore 22 alle ore 6 della SS682 nel tratto compreso tra lo svincolo “Limina” e le aree di servizio carburanti, per lavori di miglioramento dell’impianto di illuminazione e di ripristino dell’impianto di ventilazione della galleria “Limina” dal 15 marzo. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti di Questura, Comandi provinciali dei Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato e Vigili del Fuco, dirigente della Sezione Polizia Stradale, dirigenti del Compartimento Anas, nonché i Sindaci ed Amministratori di Cinquefrondi, Mammola, Grotteria, Polistena, Marina di Gioiosa Ionica e Rosarno. In un comunicato si legge che “l’arteria rappresenta, infatti la principale via di collegamento tra l’area tirrenica e quella ionica della provincia e, pertanto, la chiusura di un tratto di strada, sia pure effettuata durante le ore notturne, richiede che sia prestata la massima attenzione non solo in relazione alla necessità di limitare al massimo i disagi per le comunità interessate ma anche per i riflessi sulla sicurezza e sulle esigenze degli operatori del soccorso pubblico. Durante la riunione, è stato evidenziato che la chiusura al transito dell’ arteria si rende necessaria per garantire condizioni di sicurezza alle maestranze addette all’esecuzione dei lavori“. “L’Anas, nel fare presente che l’appalto avrà la durata contrattuale di 365 giorni, ha, tuttavia rappresentato – si legge ancora nella nota – che le modalità di chiusura al transito dell’area di cantiere saranno riconsiderate dopo la data del prossimo 1 luglio, in ragione sia dell’inizio della stagione estiva e sia dei lavori che, a quella data, saranno stati già eseguiti all’interno della galleria. Su richiesta della Prefettura la società ha previsto specifici dispositivi per consentire, nell’area del cantiere, l’eventuale passaggio di mezzi delle Forze dell’ordine e dei servizi di soccorso e di emergenza, in caso di necessità e in condizioni di sicurezza. In particolare, il tratto di strada interessato dalla chiusura sarà vigilato, in ingresso e in uscita, da addetti. Aderendo, inoltre, alla richiesta dei sindaci che hanno fatto presente le esigenze degli operatori delle strutture ricettive di quella zona, l’Anas ha consentito di modificare, nelle notti tra il sabato e la domenica di ogni settimana, l’orario di chiusura al traffico del tratto di strada interessato dai lavori, che avverrà a partire dalle ore 2 fino alle 10 del mattino“.