Reggio: cagnolino in mare in difficoltà salvato dalla Guardia Costiera, tutti i DETTAGLI

cane salvato a mare

Il momento dell’affidamento a terra del cagnolino soccorso in mare da parte dell’equipaggio della motovedetta Guardia Costiera CP 735

Un cagnolino in acqua nella zona di mare antistante la località Tempietto di Reggio Calabria, a circa 500 metri dalla costa, è stato salvato da una motovedetta della Guardia Costiera.

L’allarme è scattato alle ore 13 della giornata odierna quando la Sala Operativa della Direzione Marittima di Reggio Calabria veniva contattata via telefono da una donna che riferiva di trovarsi sul lungomare di Reggio Calabria, in località Tempietto, e di vedere a circa 500 metri dalla costa un cane in difficoltà, che tentava di riavvicinarsi alla riva, ma che a causa della corrente veniva trascinato verso il mare aperto. Appresa la notizia veniva immediatamente disposta l’uscita della dipendente motovedetta CP 735 in direzione della zona segnalata. Nel frattempo si mantenevano continue comunicazioni telefoniche, finalizzate alla pronta individuazione dell’animale in mare, con un agente della polizia locale presente sul posto, unitamente ad una decina di persone.

Alle ore 13.20 la motovedetta CP 735 (Comandante: 2° Capo Np Luigi membro di equipaggio: Sottocapo Np Filippo De Girolamo) individuava il cagnolino, recuperandolo a bordo. Successivamente l’animale veniva consegnato a terra ad una pattuglia di agenti della Guardia di Finanza per successivi controlli, tramite Azienda Sanitaria Locale, tese alla verifica della proprietà dell’animale, che appariva in buone condizioni di salute.