Reggina imbarazzante: mai così in basso in 102 anni di storia, nei Dilettanti peggio che in serie A. Numeri disastrosi

Una Reggina imbarazzante fa spazientire i tifosi: il Granillo è praticamente vuoto, mai così in basso in 102 anni di storia

Reggina-Scordia (2)Dopo la Leonfortese, anche il Città di Scordia vince al Granillo con lo stesso risultato: 0-1. Una Reggina disastrosa oggi pomeriggio ha perso contro l’ultima della classifica dei Dilettanti, raggiungendo il punto più basso nei propri 102 anni di storia. Un vero e proprio dramma sportivo che oggi al Granillo ha raggiunto il proprio apice, con tifosi (pochi) spazientiti, ed un ambiente depresso da mesi di paralisi sia societaria che di squadra. Sui 3.500 abbonati ormai allo stadio vanno più o meno la metà, circa 2.000. E adesso a meno di sorprese (con queste prestazioni difficilmente ce ne saranno) i play off (che comunque non danno alcuna prospettiva significativa) rischiano di svanire definitivamente: persino la Vibonese (che ha una partita in meno) ha sopravanzato in classifica la Reggina, che adesso è quinta ma virtualmente sesta perchè l’Anversa Normanna, a -1, ha una partita in meno.

Reggina-Scordia (3)E bisogna anche ricordare che l’Aversa Normanna ha 2 punti di penalizzazione in classifica, altrimenti sul campo sarebbe già più avanti degli amaranto. Uno sfacelo incredibile ed inimmaginabile: ad inizio stagione altre erano le prospettive, non certo arrancare con squadre tecnicamente inferiori. Ad aggravare il quadro della situazione è doveroso ricordare, per amore di verità, che la Reggina ha conquistato 3 punti a tavolino con il Rende, dove sul campo gli amaranto erano usciti sconfitti. In 30 giornate di Serie D già 10 sono state le sconfitte per gli amaranto: nel 2006/2007, appena nove anni fa, in serie A la Reggina ne aveva perse appena 11 su 38, confrontandosi contro le big del calcio italiano. Adesso, con sei gare ancora da giocare, il rischio di fare peggio è molto alto. Perdendo anche la dignità.