Poste Italiane: il Cda approva i risultati al 31 dicembre 2015 e propone un dividendo di € 34 centesimi per azione

Francesco Caio Ad Poste Italiane (8)Il Consiglio di Amministrazione di Poste Italiane S.p.A. (“Poste Italiane”), presieduto da Luisa Todini, ha esaminato e approvato in data odierna la Relazione Finanziaria Annuale 2015, redatta in conformità ai criteri di rilevazione, misurazione e classificazione stabiliti dai principi contabili internazionali (IAS/IFRS).

 Principali dati economico-finanziari consolidati (milioni di euro):

 

 2015

 2014

Variazione

Ricavi totali

30.739

28.512

+7,8%

Risultato operativo

880

691

+27,4%

Utile netto

552

212

n.s.

Masse gestite/amministrate

475.939

461.822

+3,1%

Posizione finanziaria netta industriale

302

-1.451

n.s.

 Francesco Caio, Amministratore Delegato e Direttore Generale, ha così commentato:

“Poste Italiane chiude il primo anno del piano industriale “Poste 2020” con Ricavi totali di oltre € 30,7 miliardi, in crescita dell’8%, ed un Risultato operativo di € 880 milioni dopo aver fatto investimenti per € 488 milioni. La base di risparmio gestita e amministrata ha raggiunto € 476 miliardi. Sono risultati che ci consentono di premiare con un dividendo importante l’azionista di riferimento, gli investitori istituzionali che hanno partecipato alla nostra quotazione e le decine di migliaia di risparmiatori italiani che hanno acquistato le azioni di Poste lo scorso ottobre. Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto: con la quotazione in borsa e questi risultati abbiamo costruito basi molto solide per il processo di innovazione e cambiamento che stiamo affrontando. Nel 2016 proseguirà l’attuazione del nostro piano industriale per servire al meglio i bisogni dei nostri clienti, valorizzare le competenze delle nostre persone e poter distribuire ai nostri azionisti – anche per quest’anno – un dividendo pari ad almeno l’80% dell’utile netto”.

  •  Ricavi totali consolidati: € 30,7 miliardi, +7,8% (€ 28,5 miliardi nel 2014)
  • Risultato operativo consolidato: € 880 milioni, +27,4% (€ 691 milioni nel 2014)
  • Utile netto consolidato: € 552 milioni (€ 212 milioni nel 2014)
  • Proposto un dividendo di € 34 centesimi per azione da sottoporre ad approvazione assembleare
  • Masse gestite/amministrate: € 476 miliardi, +3,1% (€ 462 miliardi al 31.12.2014)
  • Posizione finanziaria netta industriale: avanzo di € 302 milioni (disavanzo di € 1.451 milioni al 31.12.2014)