Poliziotti in servizio a Vibo si alternano alla protesta di Tonelli: il sostegno di “ConDivisa”

Staropoli“Con i pochi uomini e mezzi a disposizione e, con moltissimi sacrifici, Poliziotti, Carabinieri e Militari della Guardia riescono a portare a termine le migliori operazioni contro ogni forma di criminalità – dichiara Lia Staropoli, Presidente di “ConDivisa” – Per gli uomini e le donne delle Forze dell’Ordine mancano gli equipaggiamenti, è impensabile che anche per le più pericolose operazioni antimafia non si trovi il giubbotto antiproiettile per tutti. Nella Polizia di Stato mancano oltre 15000 unità di quadri intermedi, significa che non ci sono Sovrintendenti e Ispettori. Tutto questo ricade sui Funzionari e sugli Agenti che rispetto agli altri Corpi di Polizia hanno persino maggiori incombenze, pensiamo ai servizi di ordine pubblico. Per questi ed altri motivi sono molto vicina alle azioni di protesta intraprese del Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Gianni Tonelli e, trovo allarmante l’indifferenza del Governo dopo ben 61 giorni di sciopero della fame. Protesta che non si è mai fermata, altri poliziotti hanno raccolto il testimone e si alternano in piazza Montecitorio con Gianni Tonelli, come il Sovrintendente Giuseppe Gaccione che fa servizio a Vibo Valentia. Qualche giorno fa sono stata in Piazza Montecitorio a portare la mia vicinanza ai poliziotti che protestano e ci ritornerò tra pochi giorni perché, per i cittadini la Sicurezza è il bene più prezioso, per noi qui, la pattuglia che passa potrebbe fare la differenza. Servono caserme, mezzi ed equipaggiamenti che devono essere equamente distribuiti per tutti i corpi di polizia. – e Conclude – Per le caserme paghiamo affitti d’oro a privati per immobili che cadono a pezzi, gli immobili sequestrati alla ‘ndrangheta dovrebbero essere tutti trasformati in caserme e in alloggi di servizio”