Motta S.G. (Rc), caduto un albero e due pali dell’illuminazione pubblica [FOTO]

contrada morloquio strada distrutta (4)“Intorno alle ore 9,00 di domenica 28 febbraio u.s. gli abitanti di via Ulisse, ex via Motta, sono stati allarmati dalla caduta di un albero e di due pali dell’illuminazione pubblica comunale. Invero un albero situato a margine della predetta strada che da tempo minacciava instabilità si è spezzato alla base tranciando un cavo elettrico sostenuto da un cavo d’acciaio. Il peso dell’albero in caduta sui precitati cavi ha interessato un palo dell’illuminazione pubblica situato a circa 100 metri determinando una notevole inclinazione. Visto il grave pericolo che si era determinato per la circolazione stradale per la presenza dell’albero nel tratto di strada ricadente in curva e dal cavo elettrico penzolante si richiedeva l’intervento dei Vigili del Fuoco che non sono potuti intervenire in quanto impegnati in altro intervento. Sul tardi della mattinata è intervenuto personale dell’Amministrazione comunale e intorno alle 23,30 i vigili del Fuoco comunicavano il loro arrivo”, scrive in una nota Vincenzo Crea, referente unico dell’Ancadic Onlus. “Soltanto sul tardi del giorno successivo - prosegue la nota- si è provveduto, non si sa da parte di chi, forse un privato, a rimuovere i rami che occupavano gran parte della strada e creavano grave pregiudizio per la circolazione stradale soprattutto col buio poiché tra l’altro non è stata collocata idonea segnaletica indicante il pericolo. Accanto all’albero in parola insiste un altro albero che vanno verificate con solerzia le condizioni di stabilità e procedere alla potatura. Questi gravi episodi – aggiunge- che ormai da anni si registrano quasi quotidianamente, in particolare, sul territorio di Lazzaro in seguito ad eventi meteo non insegnano nulla, infatti invece di stabilizzare il palo che era stato notevolmente inclinato durante la caduta dell’albero, sarebbe stato più prudente rimuoverlo in attesa di un intervento serio, si è provveduto soltanto a raddrizzarlo, quindi è altamente probabile che con le prossime giornate di vento il palo crollerà. Si tornerà a dire che la colpa è del forte vento. Sarà pure a causa del vento ma alla base la colpa è di chi non ha saputo gestire questi alberi e impianti, quindi è inutile lamentarsi dei danni causati da un albero o da un palo dell’illuminazione durante un temporale. Piano piano questo paese rimarrà senza verde pubblico e completamente al buio, visto che per ogni simgola illuminazione pubblica che crolla una intera zona rimane eternamente al buio”, conclude.