Messina, variante di tutela ambientale: il Genio Civile boccia De Cola

L’assessore scettico: il confronto finora era stato costante, l’Amministrazione Accorinti è rammaricata per la decisione di Santoro

santoro-leonardoParere negativo: la Variante parziale di tutela ambientale varata dall’Amministrazione Accorinti non ha convinto i dirigenti del Genio Civile e Leonardo Santoro ha rispedito la pratica a Palazzo Zanca. Ad annunciare la bocciatura è stato lo stesso assessore Sergio De Cola, dichiarandosi profondamente dispiaciuto e stupito per la situazione. “È appena il caso di ricordare che la variante interviene su una modesta porzione del territorio comunale, circa 840 ettari su gli oltre 21.000, per cui il Genio Civile aveva a suo tempo già autorizzato il PRG a oggi vigente e per cui la Variante propone una significativa diminuzione dell’edificazione possibile. La Variante toglie, e non sposta, volumi e quindi non può che migliorare le condizioni di sicurezza, anche da un punto di vista geologico, rispetto alla situazione attuale già approvata e pericolosamente vigente come testimoniano le tragedie, per tutte Gampilieri, che negli anni hanno funestato il nostro territorio” ha affermato l’esponente della Giunta ricordando come la stroncatura del Genio Civile legittimi la situazione odierna, la stessa che aveva allarmato tanto i geologi quanto il Consiglio Comunale nel 2012.