Messina, sgombero del rione Taormina: il Comune passa dalle parole ai fatti

L’assessore Sebastiano Pino ribadisce: conosciamo l’emergenza abitativa e stiamo cercando di risolvere il problema. Frattanto si procede con il piano di risanamento

sebastiano pino 2Come da attese, le ordinanze di sgombero inoltrate dal Dipartimento Politiche della Casa sono arrivate ai residenti del rione Taormina, costretti in poche ore a sbaraccare le vecchie abitazioni, stante l’assegnazione degli alloggi nelle “case rosa” di via Consolare Valeria e nelle “case verdi” dello stesso rione popolare (lato monte). L’obiettivo è quello di abbattere le strutture fatiscenti e avviare un’azione di risanamento del territorio, ma la Giunta ha già messo in conto le eventuali ostilità degli occupanti. In tal senso l’assessore competente, Sebastiano Pino, ha più volte ribadito la convinzione condivisa dall’intero establishment amministrativo cittadino, l’idea – ossia – che l’emergenza abitativa debba essere affrontata e risolta dalle autorità. Non manca la volontà politica di affrontare le criticità emerse, ma i fondi per risolvere ogni capitolo irrisolto. Un messaggio indirizzato anche agli antagonisti del Pinelli, rei di aver messo nel mirino una Giunta considerata “amica” dopo lo sbaraccamento della scuola Foscolo e della Palazzina San Leone.