Messina, minacce ai giornalisti: l’ordine al fianco di Silipigni e Bevacqua

Il presidente siciliano Arena rivela: Messina monitorata costantemente, grazie al Prefetto per il suo lavoro

volantino minacce giornalisti messinaIl presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, Riccardo Arena, ha manifestato la propria solidarietà ad Alessandro Silipigni e Giuseppe Bevacqua dopo le minacce ricevute da sedicenti “Anonimi ribelli”. Sotto l’abitazione di uno dei due operatori minacciati erano apparsi volantini con scritte sinistre (“giornalismo becero e infame che demonizza i giusti e santifica i cattivi, getta fango su chi vuol far crescere la nostra città e ne incensa i detrattori“), seguiti da una scritta murale dal sapore inequivocabile (“giornalisti infami“).

Le intimidazioni non fermeranno chi quotidianamente è impegnato sul fronte dell’informazione. L’ordine dei giornalisti di Sicilia condanna con forza qualsiasi tentativo di bavaglio o di minaccia. Il clima che si è registrato in questi mesi a Messina è stato costantemente monitorato dall’Ordine“. Lo dice il presidente dell’OdG di Sicilia, Riccardo Arena. “Abbiamo in più occasioni espresso le nostre preoccupazioni, - aggiunge – siamo, oggi, vicini agli operatori Alessandro Silipigni e Giuseppe Bevacqua, vittime di gravi intimidazioni. Tutto questo ci spinge ad andare avanti e sostenere ancora con più forza coloro che sono chiamati a fare informazione in contesti non sempre facili. Siamo al fianco dei giornalisti intimiditi ma anche degli operatori tv come Bevacqua e Silipigni, oltre che dei fotografi, che quotidianamente lavorano per informare e garantire un diritto”. “Nel ringraziare ancora una volta il Prefetto, Stefano Trotta, per essere più volte intervenuto in favore dei colleghi e degli operatori dell’informazione messinesi, – conclude – auspichiamo che gli organi competenti intervengano per fare chiarezza su quanto accaduto e per impedire il ripetersi in futuro di simili episodi“.

[foto tratta dai social network]