Messina, in appello piovono condanne: il Gotha 4 smaschera gli affari del clan di Barcellona

Le tesi dell’accusa sono state sostanzialmente confermate: soltanto 4 imputati sono stati assolti e 9 hanno ottenuto una lieve riduzione di pena

giustiziaNella serata di ieri è arrivata l’attesa sentenza: il quadro inquisitorio delineato dai pm nel corso del dibattimento è stato confermato e l’operazione Gotha 4 è giunta al secondo passaggio cruciale. Alla fine il bilancio per i protagonisti dell’inchiesta è pesante: 12 condanne sono state confermate integralmente, 9 hanno subito una lieve revisione mentre 4 imputati hanno potuto tirare un sospiro di sollievo, ottenendo l’assoluzione dalle accuse formulate nei loro confronti. Nel dettaglio queste le sentenze:

  • Salvatore Campisi: 13 anni con la concessione dell’attenuante dell’art. 8 per la collaborazione;
  • Giuseppe Antonino Treccarichi: 10 anni e 8 mesi
  • Stefano Rottino: 10 anni e 4 mesi;
  • Lorenzo Mazzù: 10 anni;
  • Antonino Scordino: 9 anni e 4 mesi;
  • Alessandro Crisafulli: 8 anni e 8 mesi;
  • Antonino Mazzeo: 8 anni e 8 mesi;
  • Salvatore Bucolo: 8 anni e 2 giorni;
  • Santo Alesci: 7 anni e 8 mesi;
  • Domenico Chiofalo: 7 anni e 8 mesi;
  • Vito Vincenzo Gallo: 7 anni e 8 mesi;
  • Gianfranco Pirri: 7 anni e 8 mesi;
  • Carmelo Mazzù: 7 anni e 8 mesi;
  • Massimo Giardina: 7 anni e 4 mesi;
  • Carmelo Perroni: 7 anni e 2 mesi;
  • Carmelo Crisafulli: 6 anni e 8 mesi;
  • Aurelio Micale: 6 anni e 8 mesi;
  • Francesco Pirri: 6 anni e 8 mesi;
  • Salvatore Italiano: 6 anni e 7 mesi;
  • Nunzio Fabio Mazzeo: 5 anni e 10 mesi;
  • Salvatore Artino: 5 anni e 4 mesi;
  • Antonino Bagnato: 4 anni e 8 mesi;
  • Giovanni Calderone: 4 anni;
  • Maurizio Giacomo Sottile: 4 anni;
  • Alessandro Artino: 8 mesi con pena sospesa.