Messina, ecco il resoconto dell’assemblea straordinaria degli Stati Generali

A Messina l’assemblea straordinaria degli Stati Generali

Stati GeneraliQuesta mattina l’Assemblea degli Stati Generali di Messina ha deliberato il seguente documento:

Gli Stati Generali vogliono divenire la PIATTAFORMA PROGRAMMATICA nella quale la Società Civile sceglie di farsi carico della costruzione di un MODELLO DI SVILUPPO economico, sociale e culturale alternativo a quelli fallimentari proposti dalla politica che ha governato e che governa la città. Gli Stati Generali, dunque, si candidano a divenire il luogo nel quale tutti i componenti della società civile messinese potranno ritrovarsi, con pari dignità, per costruire un modo “altro” ed alternativo di essere comunità.

NESSUNA PRECLUSIONE AD ALCUNO

Basta proclami e spot, servono le migliori intelligenze e competenze per contribuire al reale cambiamento di una comunità che non ha più tempo e non è più disponibile a subire i giochi di potere di pochi. Serve che tutta la Città reagisca immaginando un vero progetto inclusivo capace di misurarsi sulle questioni andando ben oltre i particolarismi e le appartenenze. Gli Stati Generali saranno dunque il luogo nel quale non esisteranno barriere se non quelle legate alla partecipazione attiva e costruttiva. La Città che vuole reagire e cambiare, quella che non vuole scomparire e morire, deve trovare il modo di stare assieme.

FARE E NON PARLARE

 L’Assemblea infine, dimostrando già da subito come la piattaforma voglia essere innanzitutto pragmatica vista la drammatica situazione Politica, Economica, Sociale e Culturale che vive la nostra Città ha deliberato di richiedere a tutti i soggetti istituzionalmente preposti, dal Prefetto all’Assessorato agli Enti Locali, di intervenire affinché la disastrosa situazione cittadina possa essere risolta nel più breve tempo possibile.