Messina, 30 casi di brucellosi accertati. Il Papardo: no agli allarmismi

Il polo sanitario sito nella zona nord apre ai controlli, d’intesa coi medici di base. La malattia può essere debellata con semplici antibiotici, senza che sia necessario isolare i pazienti affetti

brucellosi latticiniAd oggi i casi di brucellosi accertati, dichiarati dal Servizio di Epidemiologia dell’Azienda Sanitaria Provinciale, sono 30, di cui 4 casi sono sotto osservazione nell’Unità Operativa Complessa di Malattie Infettive presso l’Azienda Ospedaliera Papardo. Altri cinque casi sarebbero stati riscontrati, nelle scorse ore, nella zona sud, ma il condizionale su questi è ancora d’obbligo.

Il direttore del reparto di Malattie Infettive del polo sanitario menzionato, il dott. Lorenzo Mondello, ha dichiarato di avere sotto controllo 4 pazienti affetti da brucellosi, i quali risultano in terapia antibiotica iniettiva e non necessitano di essere ricoverati in isolamento.  La struttura di Malattie Infettive si dichiara disponibile ad effettuare lo screening per la diagnosi della brucellosi, ricevendo in ambulatorio, previa prenotazione, i pazienti che riportano i sintomi tipici dell’epidemia.

Spetterà al medico curante valutare prontamente e senza allarmismo i sospetti casi, servendosi anche della collaborazione delle strutture ospedaliere del territorio. Mondello ha infine consigliato di evitare l’ingerimento di prodotti caseari di dubbia provenienza che non espongono i marchi attestanti la tutela di qualità e tipicità dei prodotti.