Maltempo, Calabria devastata dal ciclone Doris: frane, cedimenti ed evacuazioni. Ancora 24 ore di allerta

MALTEMPO: NUOVE FRANE, EVACAUTE DUE FRAZIONI NELLO SPEZZINOLa Protezione Civile Regionale – con una nota diffusa dall’Ufficio stampa della Giunta – comunica che continua a seguire, con livello di attenzione elevato, l’evolversi della situazione meteorologica di queste ultime ore sull’intera Calabria ed in particolare sulle aree dell’Alto Ionio cosentino e dello Ionio Catanzarese e crotonese, dove, almeno fino alle ventuno di oggi, sono previste precipitazioni intense. Sin dalla giornata di ieri, venerdì undici marzo, come per altro ampiamente previsto dai bollettini meteorologici dei giorni precedenti, intense precipitazioni hanno interessato l’intera fascia ionica calabrese. L’intero sistema di protezione civile regionale (Sala operativa Regionale, U.O.Territoriali provinciali, Enti locali ed associazioni di volontariato) è stato posto nella condizione di preallarme al fine di fronteggiare in modo efficace eventuali emergenze. In alcuni sporadici casi il livello di allerta è stato tale da rendere opportuna l’attivazione dei C.O.C.  – Centri Operativi Comunali – (Comuni di Corigliano Calabro e Mirto-Crosia).

Al momento le situazioni di maggiore criticità, che hanno richiesto l’immediato pronto intervento della Protezione Civile, riguardano:

Comune di Crotone: alle ore 10:15 di ieri (venerdì 11 marzo), in via Sibarys, si è verificato il crollo di un muro di contenimento ubicato a ridosso di alcune abitazioni. Su segnalazione di privati cittadini, i Tecnici della U.O. Protezione Civile Provinciale di  Crotone, si sono immediatamente recati sul posto e, congiuntamente ai Vigili del Fuoco ed al personale tecnico del Comune hanno avviato e coordinato le operazioni di soccorso e messa in sicurezza.  Per motivi di sicurezza si è proceduto allo sgombero temporaneo di quattordici famiglie (circa quarantacinque persone). I lavori, proseguiti ininterrottamente per tutta la notte, continuano ancora.

Comune di Montalto Uffugo: nella serata di ieri (venerdì undici marzo), è stata segnalata dall’Ufficio Tecnico Comunale la riattivazione di un movimento franoso in Via Zingonaglie, compresa tra i centri abitati di Parantoro e Vaccarizzo, con interessamento strada ex provinciale benedettina. Al momento, la viabilità della stessa risulta parzialmente compromessa e,  qualora il fenomeno dovesse peggiorare, la frazione Vaccarizzo rischierebbe di rimanere isolata. L’ufficio Tecnico Comunale ha provveduto, nell’immediato, alla risagomatura della sede stradale e ad attivare un monitoraggio visivo ogni tre ore per garantire il transito in sicurezza. Dalle prime ore di oggi è in corso un sopralluogo dei tecnici della sede provinciale della protezione Civile di Cosenza al fine di valutare lo stato di pericolo alla potenziale incolumità del pubblico transito e per valutare gli eventuali adempimenti da porre in essere.

Il maltempo continuerà ancora per altre 24 ore, fino a domenica sera. Poi instabilità anche la prossima settimana.