Lo stato della connessione Adsl in Calabria

internetLa realizzazione degli investimenti per l’ammodernamento della rete in Calabria ha risentito di ritardi che hanno penalizzato la popolazione nei centri abitati dei comuni più piccoli. Secondo i dati rilevati da Infratel, la società del Ministero dello Sviluppo Economico incaricato di attuare i piani della Banda Larga e Ultra Larga del Governo, circa l’82% della popolazione risulta coperta da banda larga di rete fissa in tecnologia adsl. Una percentuale del 7% è coperta dalla Banda larga solo wireless e un quasi l’11% ha una connessione inferiore a 2 mega o non ha accesso alla rete. I piani di investimento per i prossimi anni interesseranno le tratte localizzate nella provinica di Catanzaro, circa 379, seguita da Cosenza, 80 e Reggio calabria con 14. I fondi destinati alla banda ultra larga, 30 Mbps,  verranno realizzati nella provincia di Cosenza con due piani finanziati dal Fesr.  Gli altri piani di intervento, 5 pianificati fino al 2018, avranno come obiettivo di ridurre il digital divide nelle zone delle restanti provincie. Dal punto di vista dei disservizi riscontrati dagli abbonati nell’ accesso alla banda larga il servizio Trovatariffe, sito che oltre a comparare le tariffe adsl e telefono fornisce una  consulenza  sulle problematiche amministrative e le controversie con l’Operatore, ha condotto uno studio sulle cause più frequenti di disagio con il proprio Operatore. Esaminando i dati aggregati a livello regionale delle domande di indennizzo presentate attraverso il sito trovatariffe sono state selezionate sette voci di disservizio che hanno dato i seguenti risultati :

  •  il 20%  ha riscontrato una sospensione;
  •  il 50% malfunzionamento;
  • il 5 % ha lamentato un ritardo nella prima attivazione;
  • il 2% ritardata  portabilità del numero;
  •  il 13,7% ritardata attiv.  per migrazione;
  •  il 7,3% ha chiesto un indennizzo per la mancata o ritardata risposta ai reclami;

 Infine 1% ha lamentato l’attivazione o disattivazione non richiesta della carrier selection o carrier pre selection. Emerge come il malfunzionamento sia la causa principale di disservizio arrecato all’utente seguita dalla sospensione e dalla ritardata attivazione del servizio. Un dato che fa riflettere è la mancata risposta al reclamo. E’ una percentuale meno marcata rispetto alle prime tre ma è significativa nell’indicare una scarsa considerazione degli Operatori nel tener conto dei reclami dei propri abbonati. Gli standard qualitativi del servizio telefonico e adsl rappresentano il livello di efficienza raggiunto  dal Gestore da cui si si possono valutare gli impegni contratuali ai fini dell’indennizzo e la qualità della infrastruttura di rete.

Antonio Vitale