Libera Valle del Tuccio: due iniziative in preparazione della giornata in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

100passi2016-presidioIl prossimo 21 marzo, primo giorno di primavera, sarà la XXI giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie organizzata da Libera. Messina sarà la piazza principale che collegherà in un ponte ideale tante altre città italiane per costruire “ponti di memoria luoghi di impegno”. Il 21 marzo Messina sarà la tappa di un cammino, un’occasione per fermarsi a ricordare nome per nome le vittime innocenti delle mafie, un momento per stare vicini ai tanti familiari, creando un ponte di memoria responsabile che possa generare impegno e giustizia nel presente. Il nostro presidio sarà a Messina insieme ai ragazzi delle scuole, alle associazioni locali e ai tanti cittadini responsabili che vorranno aderire. Prima del 21 marzo ci saranno anche due iniziative a Melito e Chorio che ci consentiranno di riflettere insieme al territorio. Rappresentano i virtuali “Cento passi” che conducono a Messina e ricordano che la memoria e l’impegno sintetizzati il 21 marzo sono un cammino che dura tutto l’anno. Il primo appuntamento sarà domenica 13 marzo alle ore 20,30 a Melito nel teatro della parrocchia di San Giuseppe, con Pesci nelle orecchie, lo spettacolo con cui gli ospiti della Casa famiglia Francesco Falco, con la giusta dose di ironia, ci invitano a guardare e affrontare la realtà che ci circonda “senza paura, senza pesci nelle orecchie, con coraggio, con fiducia”.

I nostri Cento passi verso il 21 marzo 2016

domenica 13 marzo – ore 20,30

Salone Chiesa San Giuseppe, Melito P.S.

Pesci nelle orecchie – Spettacolo teatrale

realizzato dall’Associazione Piccola Opera Papa Giovanni-Casa Famiglia Francesco Falco, in collaborazione con Centro Comunitario Agape e Libera RC

venerdì 18 marzo – ore 18,15

Auditorium Padre Gaetano Catanoso – Chorio di San Lorenzo

proiezione film I Cento Passi

La storia di Peppino Impastato per riflettere insieme sulle tante vittime innocenti delle mafie