Lega Pro, Messina ko nel derby con il Catania [FOTO]

Lega Pro, il Catania vince il derby contro il Messina ed esce dalla crisi: peloritani comunque salvi

LaPresse/Davide Anastasi

LaPresse/Davide Anastasi

Momento difficile per il Catania dopo la sconfitta di Akragas nel passato turno di campionato di Lega Pro. La squadra etnea è arrivata al derby con il  Messina (tranquillo dopo la vittoria con il Melfi) con un ambiente depresso e spaccato, basti pensare ai fischi alla lettura della formazione della squadra di Moriero e lo sciopero del tifo organizzato. Prima dal match un minuto di silenzio per ricordare due giornalisti siciliani che hanno fatto la storia recente: Mario Petrina e Mino Licordari. Le società giocheranno anche con il lutto al braccio. Da segnalare l’assenza dei tifosi giallorossi nel settore ospiti. Il primo tempo al “Massimino” si apre con pochi emozioni: partita molto tattica e pochi sussulti se non qualche azione poco pericolosa del Catania. La svolta al 36′ con il goal di vantaggio del etnei con Calil che, dagli 11 metri, spiazza il portiere Berardi. Il rigore sembra netto con l’atterramento di Martinelli ai danni dello stesso Calil. Messina pericolossimo e vicino al pareggio con Gustavo allo scadere del primo tempo. La ripresa si apre con un Messina più convinto: in avvio Tavares va vicino al pareggio ma Liverani vola e devia in calcio d’angolo. Al 60′ Catania vicino al raddoppio con Falcone. Tre minuto dopo il pareggio del Messina: cross dalla sinistra per Gustavo che da vicino batte Liverani. Peloritani scatenati: varie occasioni da goal in pochi minuti ma la palla non varca la linea di porta. Nel momento migliore dei messinesi ecco invece il vantaggio del Catania: Russotto, a 10 minuti dalla fine della partita, batte in diagonale Berardi. Attacchi finali del Messina ma il risultato non cambia. Il Catania esce dalla crisi con la vittoria nel derby, per il Messina non cambia molto: la salvezza è praticamente certa.

CATANIA (4-3-3): Liverani; Garufo, Bastrini, Bergamelli, Nunzella; Castiglia, Musacci, Di Cecco (dal 76′ Lupoli); Falcone (dal 76′ Calderini), Calil (dal 92′ Ferraro), Russotto. All. Moriero

MESSINA (4-3-3): Berardi; Ionut, Martinelli, De Vito, Barillaro (dal 78′ Zanini); Fornito, Baccolo (dal 78′ Russo), Giorgione; Gustavo, Tavares, Biondo (dal 50′ Padulano). All. Di Napoli

LaPresse/Davide Anastasi
LaPresse/Davide Anastasi
LaPresse/Davide Anastasi
LaPresse/Davide Anastasi