La provincia di Messina è la più colpita dalla brucellosi

Su 312 allevamenti risultati con mucche affette da brucellosi, 177 si trovano nel messinese

allevamento muccheIl Bollettino epidemiologico veterinario della Sicilia redatto dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale rende noto che la provincia di Messina è la più colpita dalla brucellosi. In base ai dati di questo Istituto, la maggior parte delle aziende di bovini risultate positive si trovano nel messinese (9,69 per cento), seguono Ragusa (3,54%), Catania (2,93%), Enna (1,87%), Siracusa (1,65%), Trapani (1,06%), Palermo (0,80%), Caltanissetta (0,55%), Agrigento (0,21%). La meno infetta dalla brucellosi ovina è la provincia agrigentina. Per quanto riguarda, invece, gli allevamenti ovi-caprini, dopo Messina, ci sono le province di Trapani (6,38%), Siracusa (4,62%), Caltanissetta (4,37%), Catania (4%), Agrigento (3.64%), Enna (2,75%), Palermo (1,88%), Ragusa (1,18%). Gli animali, per entrare nel circuito commerciale, devono essere ufficialmente indenni da brucellosi e tubercolosi. Su 312 allevamenti risultati con mucche affette da brucellosi, 177 si trovano nel Messinese.