La Procura Antimafia indaga la politica calabrese: nel mirino le elezioni regionali

Due capi della criminalità calabrese Adolfo Foggetti e Franco Bruzzese stanno collaborando con gli investigatori: qualche politico sta tremando, nel mirino le elezioni regionali

Strage via Palestro: parti civili istituzioni e familiariPotrebbe scoppiare l’ennesimo scandalo in Calabria dopo il polverone sollevato dal “caso Rende” e dall’arresto del noto esponente del Pd Sandro Principi. Gli investigatori di Catanzaro, come riporta la Gazzetta del Sud, stanno indagando sul “sistema delle cooperative: ossia quel metodologia che, oltre a lucrare risorse pubbliche, permetteva al politico di turno la “copertura” lavorativa a qualche malavitoso. Le stesse venivano usate tra l’altro per rastrellare voti e consensi a destra ed a manca.

Una parta dell’inchiesta si basa sul lavoro di campagna elettorale dei boss nei confronti di qualche politico candidato alle regionali scorse. Due capi della criminalità calabrese Adolfo Foggetti e Franco Bruzzese stanno collaborando con gli investigatori.