La capitaneria di porto di Vibo Marina emana la nuova ordinanza che disciplina l’attività di noleggio e locazione dei natanti da diporto

MARE: MULTATI 2 PESCATORI SUBACQUEI ABUSIVI A ANCONALa Capitaneria di Porto di Vibo Valentia Marina, al comando del Capitano di Fregata (CP) Antonio LO GIUDICE, ha emanato in data 21.03.2016, l’Ordinanza n° 6/2016, con la quale è stata approvata la “disciplina dell’utilizzo dei natanti da diporto per l’attività di locazione e noleggio e come unità appoggio alle immersioni subacquee a scopo sportivo o ricreativo nel Circondario Marittimo di Vibo Valentia”. La realtà diportistica locale, di particolare traffico ed afflusso soprattutto nei periodi estivi, rende necessario regolamentare l’utilizzo dei natanti per l’attività di locazione e noleggio per finalità turistico-ricreative o come appoggio alle immersioni subacquee a scopo sportivo o ricreativo nelle acque del Circondario Marittimo di Vibo Valentia Marina, che si estende dal Comune di Amantea (CS) a quello di Nicotera (VV) allo scopo di rendere la fruizione del mare più piacevole e sicura. L’ordinanza risponde ad una precisa disposizione normativa, l’articolo 27, comma 6 del Decreto Legislativo 18/7/2005, n. 171 (Codice della nautica da diporto), nella parte in cui demanda alla competente Autorità Marittima la regolamentazione, d’intesa con i Comuni costieri, delle attività nautiche commerciali di cui trattasi. In particolare, tale provvedimento prevede dettagliatamente le modalità e i limiti per poter locare e noleggiare i natanti (che si ricorda essere quelle unità da diporto a remi, a motore o a vela con lunghezza dello scafo pari o inferiore ai 10 metri che non necessitano dell’iscrizione nei Registri Imbarcazioni da Diporto), nonché per poterli utilizzare come unità di appoggio per le immersioni subacquee, con particolare riguardo agli aspetti legati alla sicurezza della navigazione, al numero massimo di persone trasportabili e in generale a tutti quegli aspetti che si inquadrano in un’attività volta a favorire da una parte lo sviluppo del settore turistico nautico ma nello stesso tempo finalizzata a garantire l’incolumità e la salvaguardia della vita umana in mare, compito principale della Guardia Costiera. Per quanto riguarda invece le modalità per effettuare l’attività di noleggio e locazione delle navi da diporto (scafo di lunghezza superiore ai 24 metri) e le imbarcazioni da diporto (scafo superiore a 10 metri e fino a 24 metri), si rimanda alla normativa nazionale in materia (Legge n. 171/2005 e Regolamento di attuazione di cui al D.M. 29 luglio 2008, n. 146).

L’Ordinanza è consultabile sul suo sito web http://www.guardiacostiera.gov.it/vibo-valentia, ed è affissa agli albi delle Capitanerie di porto di Vibo Valentia Marina, Amantea, Pizzo, Tropea e Nicotera, nonché a quelli dei Comuni costieri del Circondario marittimo.