Il reggino Paolo Malara nel Consiglio Nazionale degli Architetti

architettiL’Architetto Paolo Malara, già Presidente dell’Ordine, è stato eletto tra i 15 consiglieri del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori che guideranno il CNAPPC per il quinquennio 2016- 2021. Si tratta di un risultato straordinario, i Consigli degli Ordini di tutte le province italiane lo hanno scelto quale rappresentante degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori d’Italia. Una categoria che conta oltre 150.000 iscritti ha rinnovato quasi totalmente il Consiglio uscente eleggendo al quinto posto il Presidente dell’Ordine della provincia di Reggio Calabria. Un riconoscimento all’attività di rappresentanza svolta sul territorio provinciale, insieme al consiglio, e del ruolo svolto in questi anni negli organismi nazionali.

 “Sono stati anni importanti, una esperienza ricchissima fatta di incontri e  di partecipazione sia a livello calabrese che nazionale con contributi organizzativi e culturali di notevole importanza – commenta Paolo Malara – Paesaggi nello Stretto, Città d’Italia, Festival Nazionale delle Città Metropolitane per citarne solo alcuni.  Tutto questo è stato possibile grazie ai Consiglieri, al Consiglio di disciplina e ai tantissimi Colleghi che hanno condiviso, volontariamente e generosamente, idee, progetti con tanta passione e ai quali va il mio sentito ringraziamento. In questi anni difficili, continua Malara, si è cercato di stimolare le amministrazioni a porre lo strumento del progetto della città, al centro del dibattito pubblico per una visione di futuro. Il Festival Nazionale delle Città Metropolitane è stato un grande sforzo collettivo della comunità degli Architetti per proporre temi e visioni fondamentali per il progresso delle nostre comunità. La Carta di Reggio Calabria sottoscritta da me, in qualità di Presidente dell’Ordine, e da Silvia Viviani, in qualità di Presidente Nazionale dell’INU, a conclusione del Festival, è una eredità di idee, visioni e strategie, che abbiamo consegnato alla futura Città Metropolitana di Reggio Calabria. Ma aldilà delle singole attività ho cercato insieme a tutto il Consiglio, nella nostra complicata realtà sociale ed economica, di dare lustro e visibilità alla nostra Istituzione, di farne un luogo di incontro e di garanzia per i colleghi, credibile per l’intera comunità e le altre istituzioni del territorio, riconosciuta come tale anche al di fuori dei confini provinciali. E sono queste le esperienze ed i principi che porterò con me  per proseguire nel mio nuovo incarico.”

Presidente dell’OAPPC_RC dal 2004, l’arch. Paolo Malara, laureato nel 1979, svolge l’attività professionale in Italia e all’estero occupandosi di trasformazioni urbane, del rapporto tra architettura, paesaggio e società, tutti temi che affronta nei progetti alle varie scale, mantenendo un solido legame con la ricerca scientifica e tecnologica legate alle trasformazioni materiali e sociali, coinvolgendo nei progetti competenze professionali di diversa natura. Ha partecipato a numerosi concorsi d’architettura e ha diretto la realizzazione di progetti in molte parti d’Italia. E’ impegnato nella redazione di strumenti urbanistici   comunali e di associazioni di comuni e ha svolto attività di consulenza per la redazione di Piani di area vasta.