Grande affluenza all’assemblea dell’ospedale di Polistena (Rc) [FOTO]

Assemblea Polistena (1)Il 04 marzo 2016 si è svolta a Polistena, dopo Reggio Calabria e Locri, presso l’Ospedale Spoke Santa Maria degli Ungheresi l’assemblea dei lavoratori dell’ASP, l’ultima tappa di una serie di assemblee programmate dalle Organizzazioni Sindacali FP Cgil, Cisl Fp, Fials e Nursing Up per illustrare l’importante Accordo sottoscritto qualche settimana fa, sulla produttività del personale del Comparto Sanità per l’anno 2015 e per discutere su tutte le problematiche afferenti il P.O. di Polistena e del suo comprensorio. I Segretari Generali delle Sigle promotrici, Luciana Giordano per la CISL FP, Bruno Ferraro per la FIALS, Francesco Loschiavo per la FP CGIL e Giovanni De Foresta in qualità di Dirigente della Nursing Up, hanno descritto il percorso che ha portato ala stipula dell’importante Accordo sottoscritto, fornendo dettagli e cadenze della corresponsione della produttività maturata dal 2010 al 2015 e non ancora corrisposta ai lavoratori e che grazie al citato Accordo sarà erogata un’anticipazione pari al 30% dell’importo complessivo entro fine marzo, mentre il saldo sarà liquidato entro dicembre 2016. L’occasione è servita anche a fugare ogni dubbio sulla corresponsione del saldo dei buoni mensa relativi al biennio 2013-14, la cui procedura è in itinere. Ma si è parlato soprattutto dei numerosi problemi che sia i Lavoratori della Sanità sia l’Utenza del Comprensorio Tirrenico dell’ex ASL 10 di Palmi sono costretti a sopportare ogni giorno.

Forti situazioni di criticità sono emerseAssemblea Polistena (2) anche a Polistena per le carenze strutturali, tecnologiche ed organizzative della rete ospedaliera e territoriale dell’intera Area pianigiana. Il tutto aggravato dal progressivo pensionamento del personale, che per gli effetti del blocco del turn over dovuto anche al Piano di Rientro cui è sottoposta la Sanità calabrese, non ha consentito, almeno fino ad ora, quel normale ricambio generazionale che avrebbe potuto dare un nuovo impulso all’intero servizio sanitario pianigiano. Numerose le domande da parte del folto pubblico che ha manifestato grande soddisfazione ed interesse per l’unità sindacale delle Organizzazioni presenti e molti hanno sottolineato che proprio questa era la condizione che mancava per superare le difficoltà in cui oggi versano i Dipendenti dell’ASP. Il nuovo Atto Aziendale, in via di completamento e la nuova riorganizzazione ospedaliera impongono una forte presa di posizione delle Organizzazioni Sindacali per far si che l’Ospedale Spoke di Polistena e l’attività delle Rete Sanitaria Territoriale di tutta la Piana di Gioia Tauro, possano integrarsi e rafforzarsi in modo da evitare il continuo ricorso ai ricoveri inappropriati presso le strutture ospedaliere. FP CGIL, CISL FP, FIALS e NURSING hanno concluso i lavori assembleari con una certezza: in attesa della sempre meno convincente realizzazione dell’Ospedale Unico della Piana, agognato da oltre 25 anni, urgono interventi per rafforzare e rilanciare l’esistente, dall’Ospedale Spoke di Polistena all’Ospedale Generale di Gioia Tauro e alla Struttura di Palmi, auspicando altresì in un rapido ed effettivo avvio della Casa della Salute di Oppido Mamertina.