Barcellona P.G. (Me): Processione delle Varette, la Rai in città per documentare i preparativi

La giornalista Lucia Basso ha documentato gli ultimi allestimenti ad alcune delle 26 Varette, tra cui la Madonna Addolorata e Gesù nel Sepolcro presso la Chiesa di S. Giovanni, l’Ecce Homo e Cristo Morto nella Chiesa di Gesù e Maria a Pozzo di Gotto e, per concludere, L’Ultima Cena, in uno dei classici “majazzeni” dove si è soliti approntare le Vare nei minimi dettagli

Foto intervista sindacoLe telecamere del TGR Rai Sicilia in giro questa mattina a Barcellona P.G. per raccontare la tradizionale Processione delle Varette, di cui fervono i preparativi in vista dell’imminente Venerdì Santo. La giornalista Lucia Basso ha documentato gli ultimi allestimenti ad alcune delle 26 Varette, tra cui la Madonna Addolorata e Gesù nel Sepolcro presso la Chiesa di S. Giovanni, l’Ecce Homo e Cristo Morto nella Chiesa di Gesù e Maria a Pozzo di Gotto e, per concludere, L’Ultima Cena, in uno dei classici “majazzeni” dove si è soliti approntare le Vare nei minimi dettagli. Il sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto, dott. Roberto Materia, ha sottolineato ai microfoni del TGR Rai Sicilia la peculiarità di una manifestazione che, come da consuetudine, vedrà le due processioni partire rispettivamente dal Duomo di Santa Maria Assunta e dalla Chiesa di S. Giovanni, per incontrarsi al tramonto sulla copertura del Torrente Longano, accompagnate dalla consueta folla di fedeli. Queste le parole del primo cittadino: “La processione delle Varette mantiene da sempre una specificità tale da unire, attraverso la fede, le vecchie e le nuove generazioni nel solco di una tradizione che ha conservato nel tempo il suo alto valore simbolico”. L’ampio reportage è stato completato dai contributi storici del giudice Franco Cassata e del prof. Gino Trapani, dalle interviste ad alcuni devoti impegnati negli allestimenti delle Varette e ai figuranti, ed in ultimo dalle esibizioni dei cantori nel tradizionale “Visilla”, il canto corale che accompagna le due processioni. Un breve passaggio del servizio andrà in onda domani mattina nel consueto appuntamento con “Buongiorno Regione” su Rai 3, a partire dalle ore 07.30, mentre il servizio più ampio sarà inserito all’interno de “Il Settimanale”, sempre su Rai 3, in onda sabato a partire dalle ore 12.25.