Armi e stupefacenti: tre arresti nel reggino [FOTO]

Contro i reati attinenti le armi e gli stupefacenti: nel corso dei controlli disposti dal Gruppo Carabinieri di Locri, sono stati arrestati anche i fratelli Bombardieri, di Placanica (RC)

Bombardieri Giovanni

Bombardieri Giovanni

Continuano senza sosta i servizi di controllo straordinario del territorio disposti da Gruppo Carabinieri di Locri, finalizzati alla repressione dei reati attinenti le armi e gli stupefacenti, effettuati con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia.

Anche ieri, i militari dell’Arma, sono stati impiegati in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi. In tale ambito, sono stati eseguiti controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta, nonché rastrellamenti in aree “sensibili” con particolare attenzione alla zona della vallatta dell’Allaro e del Torbido.

All’esito di tale attività personale delle Compagnia di Roccella Jonica e Locri ha tratto in arresto:

-        Bombardieri Natale, 48enne di Placanica poiché, nel corso di una perquisizione domiciliare hanno rinvenuto, occultato tra la vegetazione sul retro della propria abitazione, un barattolo contenente oltre 50 gr di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e numerosi munizioni vario calibro;

-        Bombardieri Giovanni, 36enne, anch’egli di Placanica, poiché, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso del seguente materiale rinvenuto nelle pertinenze della casa:

  1. .          1 carabina di libera vendita marca “Universal 80”, la cui canna originaria è stata sostituita da un’altra lunga 68 cm cal. 8, priva di matricola;
  2. .          1 fucile monocanna, privo di matricola, il cui congegno di sparo e canna originari sono stati sostituiti da parti di arma comune da sparo;
  3. .           4 congegni di sparo;
  4. .          70 cartucce per fucile di vario calibro;
  5. .          1,5 Kg di polvere da sparo.
Commisso Rocco

Commisso Rocco

-        Commisso Rocco, 71enne di Gioiosa Jonica, colto nella flagranza di detenzione di arma clandestina e ricettazione. L’uomo, a seguito di una perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una carabina modificata e alterata rinvenuta presso la sua abitazione.

I militari operanti nel corso del successivo servizio di rastrellamento hanno altresì rinvenuto :

-        1 fucile doppietta cal.12 a canne parallele, privo di marca e matricola;

-        oltre 20 cartucce per fucile di vario calibro.

Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro mentre gli arrestati, su disposizioni dell’A.G.:

-        Bombardieri Natale e Commisso Rocco, sottoposti agli arresti domiciliari presso la propria abitazione;

-        Bombardieri Giovanni, associato presso la Casa Circondariale di Locri.

Bombardieri Giovanni
Bombardieri Natale
Commisso Rocco