Allerta Meteo, il ciclone “Doris” si intensifica: alto rischio alluvioni in Calabria [MAPPE]

Allerta Meteo, gli ultimi aggiornamenti sul ciclone “Doris”: eventi meteo estremi al Sud, rischio alluvione nel versante jonico della Calabria tra oggi pomeriggio e domani sera

allerta-meteo8Il ciclone “Doris” sta colpendo duramente il Sud Italia in queste ore, proprio come previsto nei giorni scorsi. La prima Regione ad essere investita dalla tempesta è stata la Sicilia, con forti piogge nei settori meridionali dell’isola (picchi di 60mm a Licata, diffusamente oltre i30mm di pioggia tra le province di Trapani, Agrigento e Ragusa, piogge violente con forti grandinate), e adesso i fenomeni più intensi si stanno spostando verso lo Stretto di Messina e la Calabria, dove si concentreranno tra oggi pomeriggio e domani sera. La situazione è estremamente preoccupante per l’arrivo della squall-line che ha già colpito pesantemente la Sicilia, un sistema estremo di tipo “V-Shaped” che potrà provocare eventi particolarmente violenti nelle prossime 24-36 ore non solo in Calabria, ma anche su Puglia e Basilicata.

Le mappe sono decisamente preo2ccupanti. L’unico elemento positivo dell’ultima ora è la quota neve, molto più bassa del previsto. In Sicilia è arrivata addirittura fino ad 800–900 metri di altitudine grazie alle forti correnti discensionali dei temporali, che durante i fenomeni più intensi spingono masse d’aria molto fredde dalle alte quote dell’atmosfera fino al suolo, facendo crollare le temperature su valori tipicamente invernali. Anche in Calabria, quindi, avremo abbondanti nevicate a partire da queste quote, e le portate dei bacini idrici non sarà particolarmente esagerata proprio grazie alla solidità delle precipitazioni in montagna.

L’ultimo peggioramento di questo tipo era stato prooggi1-300x296vocato dal ciclone di Halloween che tra fine ottobre e inizio novembre determinava una devastante alluvione in Calabria con morti, feriti e danni ingentissimi. Stavolta le precipitazioni saranno comunque meno intense e abbondanti (in quell’occasione caddero fino a 750mm di pioggia in tre giorni, stavolta ce ne aspettiamo massimo300mm, che sono comunque tanti ma non paragonabili a quell’evento eccezionale), e proprio la quota neve fungerà da ulteriore elemento in grado di affievolire la pesantezza della situazione idraulica sul territorio.

Dopotutto si potranno verificare eventi estremi come fra3ne, smottamenti e locali inondazioni per straripamenti di corsi d’acqua a valle. I fenomeni saranno comunque intensi e non è da escludere che ci possano essere degli eventi alluvionali tra oggi pomeriggio e domani sera lungo tutta la fascia jonica calabrese, e domani anche lucana.  Per monitorare la situazione in tempo reale ecco le pagine relative al nowcasting: